Il nuovo teatro Modus agli Orti di Spagna

Domenica 04 Febbraio 2018
L’INIZIATIVA. Negli spazi riqualificati del Modus, nuovo polo culturale, al via una rassegna dedicata ai più piccoli per coinvolgere anche i genitori

L’inedito format ideato anche per fare incontrare le famiglie e dare slancio al quartiere

Ilaria Noro.Il nuovo cuore culturale che pulsa al centro degli Orti di Spagna, a San Zeno, negli spazi appena riqualificati di Modus, si prepara oggi ad accogliere famiglie e bimbi di tutte le età per una particolare rassegna teatrale loro dedicata e condita con una ghiotta merenda offerta da alcuni locali del quartiere.

L’inedito format si chiama La Banda delle Merende ed ha l’obiettivo, oltre che ovviamente di promuovere cultura e teatro, quello di creare aggregazione tra le nuove famiglie e far rivivere, grazie a ingressi agevolati riservati ai residenti, il rione a pochi passi dal centro ma spesso escluso da eventi ed iniziative.«Rivitalizzare i quartieri e al tempo stesso dare attenzione alle famiglie in spazi dedicati alla cultura ma da vivere a 360 gradi», ha spiegato l’assessore alla Cultura Francesca Briani presentando l’iniziativa con il presidente della prima circoscrizione Giuliano Occhipinti e il direttore artistico Andrea Castelletti.

La Banda delle Merende prende il via nel pomeriggio ed è articolata su tre domeniche, fino a metà febbraio. «Grazie a queste iniziative si amplia il centro storico anche in zone periferiche», ha ribadito Teo Berardinelli della commissione Cultura del centro.

Il primo appuntamento è per le 16.30 quando il Gruppo Barabao del Teatro di Padova salirà sul palco con lo spettacolo “I musicanti di Brema” che narra la vicenda di un asino, un cane, un gatto e un gallo che, rifiutati per differenti motivi dai loro rispettivi padroni, si mettono in cammino verso la città di Brema sicuri di trovare un nuovo futuro. La merenda che seguirà, allestita nel buvette bar di Modus, è offerta dall’Osteria Al Manegheto da Spada.«Uno spettacolo interattivo in cui i bimbi e tutto il pubblico in sala sarà coinvolto con movimenti e suoni. Caratteristiche che ritroviamo anche nelle altre rappresentazioni», anticipa Marianna Lombardi, curatrice della rassegna che prosegue anche le prossime due domeniche. L’11 febbraio toccherà a Gli Alcuni di Treviso portare in scena “Il Bosco delle Fate” con merenda dell’Osteria all’organetto di piazza Corrubio.Chiude la rassegna il 18 febbraio l’attore e mimo Sergio Bonometti con lo spettacolo “AH!”, una produzione del Teatro Impiria, mentre i dolci a seguire saranno offerti da E Calpèt di via Regaste. Info e prenotazioni su www.modusverona.it. © RIPRODUZIONE RISERVATA© RIPRODUZIONE RISERVATA

gently

Membro della redazione

Ultimi articoli di gently (Leggi tutti)

Tratto da: l'Arena Giornale di Verona

Data: 4/02/2018

Note: Ilaria Noro