Altro attacco di Tosi «Urbanistica ferma e Arsenale a rischio»
«Ben due anni per la variante 23» Segala: «A breve andrà in Giunta»
E.G.

Secondo lui «sull’urbanistica l’Amministrazione sta rallentando quanto a operatività e risposte ai cittadini e agli operatori, danneggiando l’economia cittadina, e fa solo proclami, come per l’Arsenale». Anche il 2019 si apre nel segno del match a riprese quotidiane «Flavio Tosi versus Amministrazione Sboarina».Stavolta appunto nel mirino dell’ex sindaco, ora consigliere comunale della Lista Tosi. c’è la politica urbanistica ed edilizia di Palazzo Barbieri, di cui è titolare l’assessore Ilaria Segala. Tosi, con il consigliere tosiano Alberto Bozza e l’ex assessore all’urbanistica Gian Arnaldo Caleffi, parte dalla variante urbanistica 23 – progetti e riconversione di immobili in centro, Zai e colline – «che noi avevamo adottato e andava approvata dal Consiglio comunale, mentre l’attuale maggioranza ha deciso di modificarla e quindi andrà riadottata, per poi essere approvata, e ben che vada si arriverà a giugno, quindi due anni dopo l’insediamento dell’attuale Amministrazione».«Sul piano urbanistico Verona è ferma», spiega Tosi, «Le uniche cose fatte sono eredità della mia amministrazione, vedi il parco in Borgo Milano fatto grazie all’insediamento di Esselunga, o le rotonde fuori dalla tangenziale di borgo Roma che saranno realizzate da Tosano. Anche in via San Marco la viabilità sarà migliorata grazie a insediamenti commerciali. Insomma si vive di rendita sul mio operato. Il problema invece è che di nuovo non è ancora stato fatto nulla».Tosi cita l’Arsenale: «Dicono che sarà pronto entro il 2022. In realtà è tutto sub iudice perché finché non si risolve il contenzioso milionario con Italiana Costruzioni, Sboarina & C. non si impegneranno mai a concedere appalti milionari ad altre ditte, perché poi il rischio è di perdere il contenzioso e dover parallelamente risarcire anche le altre imprese. La verità è che a Sboarina interessa solo il nuovo stadio, che eprò per la gente non è una priorità».L’assessore Segala replica dicendo che «la variante 23 arriverà a breve in Giunta e poi andrà in Consiglio». 

Tratto da: Il giornale L'ARENA

Data: 11/01/2019