INCENDIO IN BORGO TRENTO. I vigili del fuoco indagano sulle cause: forse le fiamme partite da una poltrona elettrica

La proprietaria di casa sicura «Non c’era niente di acceso» Era scesa in garage con l’amica tornando, la brutta sorpresa 

L’Arena

IL GIORNALE DI VERONA

Venerdì 18 Dicembre 2009 CRONACA Pagina 21


INCENDIO IN BORGO TRENTO. I vigili del fuoco indagano sulle cause: forse le fiamme partite da una poltrona elettrica


La proprietaria di casa sicura «Non c’era niente di acceso» Era scesa in garage con l’amica tornando, la brutta sorpresa

 

 

Incendio ieri pomeriggio dopo le 17 in un appartamento di via 4 Novembre angolo via Isonzo. La signora Maria Carraroli s’è trovata all’improvviso l’abitazione di via Isonzo, 9 pregna di fumo ed ha subito chiamato i vigili del fuoco.

«Ero scesa in garage un attimo con la mia amica per sistemare alcune cose», ha detto ieri pomeriggio l’anziana avvolta soltanto in una giacchina di pile, «quando siamo tornate su in casa c’era fumo ovunque. Non ho capito da dove venisse sono scappata subito fuori e ho chiamato i vigili del fuoco».

«Posso testimoniare che la mia amica non aveva niente sul fuoco, che di acceso in casa non c’era niente e che nemmeno ha fatto l’alberello di Natale», ha detto la donna che era con lei. E ha ribadito le stesse cose sia ai poliziotti delle volanti arrivati sul posto assieme a una pattuglia dei carabinieri e a quella della polizia locale. Anche un’ambulanza è stata inviata, temendo, all’inizio, che in casa potesse esserci qualcuno senza sensi. Ma la proprietaria non si è intossicata, essendo rimasta in casa in mezzo al fumo soltanto pochi attimi. «Non capisco cosa possa essere accaduto », ha detto l’anziana, «forse è stato un corto circuito nella zona dove si trova il divano». Le fiamme infatti parrebbero partite nella zona del divano, dove stazionava anche una poltroncina di quelle che si alzano elettricamente, forse il corto circuito è partito da lì. E questo giustificherebbe il gran fumo che s’è sprigionato subito essendo la poltroncina imbottita di gommapiuma. La presenza dei mezzi di soccorso con i lampeggianti accesi ha subito attirato l’attenzione dei passanti e dei negozianti che hanno dato ospitalità all’anziana, temendo che prendesse freddo cons! iderata la temperatura di ieri pomeriggio. Poco dopo l’allarme sul posto è subito arrivata la figlia della signora Carraroli, che s’è preoccupata innanzittutto che la madre stesse bene e poi s’è data da fare per cercare di recuperare qualcosa da metterle addosso affinchè stesse più calda. Ieri sera la signora è andata a dormire a casa della figlia. Al rientro verso la caserma i vigili del fuoco hanno avuto un piccolo incidente. Un’automobilista ha tagliato loro strada. Solo danni alla carrozzeria dell’utilitaria della cittadina.

BUTTAPIETRA. Un’auto era andata in fiamme, invece nella notte a Buttapietra, dove una Ford Mondeo parcheggiata nella zona di sosta del palazzo di via 4 Novembre è andata distrutta verso le 2.30 dell’altra notte. Sulle cause dell’incendio sono in corso accertamenti da parte della locale stazione dei carabinieri, ma è del tutto probabile che si tratti di un incendio doloso. I da nni sono stati quantificati in 5 mila euro. Sull’episodio indagano i carabinieri.A.V.

 

Tratto da: NULL

Data: 1/01/1970

Note: NULL