RICONOSCIMENTO. Mercoledì 15 la consegna nella basilica di San Zeno

E sono quattro i progetti finalisti, su 34 partecipanti nel contest lanciato dall’Ordine, alla quinta edizione

Architetti Verona 2017, quattro le opere meritevoli e un vincitore assoluto: mercoledì 15 novembre la premiazione nella Basilica di San Zeno. Giunge alla quinta edizione il premio Architetti Verona istituito in occasione del cinquantesimo anniversario della rivista «Architettiverona» nel 2009 che è assegnato ad opere architettoniche create nel territorio della provincia di Verona.

Il premio vuole essere un riconoscimento del lavoro svolto dai progettisti e promuovere l’iniziativa dei committenti, pubblici o privati, che si sono distinti nel far emergere le qualità del contesto urbano e territoriale in modo innovativo e personale. Le opere finaliste sono il complesso scolastico di Rivoli Veronese, il Museo degli Affreschi di Verona, la Cantina Vinicola di Bardolino, una Casa unifamiliare a Peschiera del Garda e un complesso residenziale a San Martino Buon Albergo. La giuria è composta da Simone Sfriso, socio fondatore di Tamassociati-Venezia, Vittorio Longheu, docente al Politecnico di Milano polo territoriale di Mantova, Andrea Rinaldi, docente alla facoltà di Architettura dell’Università di Ferrara e direttore della rivista dell’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Reggio Emilia, Marco Ardielli e Filippo Bricolo, vincitori del premio nell’edizione 2015, e Nicola Brunelli, già vice presidente dell’Ordine degli Architetti Ppc di Verona.

Ad essere esaminate sono state 34 opere e la selezione è caduta su quelle che rappresentano buoni esempi di architettura affrontati ed interpretati con sensibilità e buona capacità, proponendo soluzioni di qualità architettonica degne di menzione. Anche in questa edizione sarà conferito un premio speciale a una «personalità il cui lavoro si sia distinto nelle medesime finalità del premio», individuata «per acclamazione» nella figura di Libero Cecchini, decano dei professionisti veronesi, iscritto all’Albo degli Architetti di Verona con il numero 17. Le opere di Cecchini hanno segnato il volto della città nel rapporto con le sue sedimentazioni in un costante confronto tra la componente moderna e quella storica, con l’attenzione al paesaggio.

La cerimonia di assegnazione dei premi si terrà mercoledì 15 novembre, alle 18, nella sala conferenze «Giorgio Zanotto» della Basilica di San Zeno, con ingresso dal chiostro. M. CERP.

Tratto da: L'Arena -sez. null.- pag. 10

Data: 13/11/2017

Note: M. CERP