LA RASSEGNA. Da oggi fino a domenica.

Cento etichette italiani presenti Previste anche degustazioni.

 

Beereat, all’ex Arsenale da oggi a domenica il primo festival della birra artigianale e dello streetfood, il cibo da strada. Saranno presenti 25 birrifici con oltre cento etichette italiane ed estere e 8 food truck da tutta Italia. La rassegna sarà aperta venerdì dalle 18 a mezzanotte, sabato dalle 11 a mezzanotte e domenica dalle 11 alle 22. Ricco il cartellone degli incontri e dei laboratori con tanta musica per l’intrattenimento in stile buskers, cioè degli artisti di strada. «Saranno tre giorni indimenticabili», dicono gli organizzatori. «Per la prima volta il mondo della birra artigianale si unisce a quello dello street food. Sarà un percorso tra mastri birrai e degustazioni, workshop ed incontri a tema».
Per birra artigianale si intende quella non pastorizzata, cruda, tendenzialmente non filtrata e senza conservanti. La tre giorni in Arsenale pensata ed ideata dall’associazione culturale Retrobottega, Studioventisette srl e Ev! enteria srl darà valore e spazio al lavoro artigianale raccontando la storia, incontrando persone ed aziende delle attività brassicole, dal francese brasseriè che significa «fabbrica di birra» quale luogo di incontro di genti diverse per estrazione sociale e cultura, che in Italia aprono nel 1996. Sarà una scoperta di colori, aromi, spezie e lavorazioni. Ma non sarà solo birra: la manifestazione è anche occasione per «svelare» il cibo da strada.
Tra i laboratori dedicati al mondo della birra e del food, alcuni propongono percorsi di degustazione altri sperimentazioni cibo-birra senza alcuna preclusione. Tra questi, curioso è il workshop che propone abbinamenti birra e formaggi. Ci saranno anche le esibizioni di lord Byron e le sue Amiche Ruspe con il loro scatenato twist’n’roll tra originali e cover, i Cactus Quiller con la tradizione mariachi e roch’n’roll, Enrico Mantovani in «One man band» con ballate folk/rock e blues, Luca Olivieri con tecniche tipica! mente country inserite nel contesto classico del rock’n’roll, ! gli House Of All con la musica di campagna e rivisitazioni country e i Briganti del Folk con canzoni da cantare in compagnia. L’ingresso prevede l’acquisto di un carnet comprensivo di consumazioni e bicchiere.M.CERP.

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA

Data: 15/05/2015

Note: CRONACA – Pagina 26