image

COMMISSIONE. Il Comune sta riparando le strade dissestate e infatti calano le richieste di risarcimento per i danni. Il nuovo materiale, più elastico, consente una maggiore tenuta dei rattoppi per l’emergenza.

 

Il Comune trova il rimedio «miracoloso» contro le buche che, d’inverno, riducono a un colabrodo le strade. Una mescola di bitume e materiale plastico che chiude ermeticamente le fessure. «Questo conglomerato è stato già sperimentato con successo in Trentino» spiega l’assessore al Decentramento Antonio Lella, affiancato dai tecnici, che ieri in commissione ha fatto il punto sulla situazione delle disastrate strade cittadine. «L’asfaltatura a freddo per ovviare alle emergenze, purtroppo ha breve durata», spiega l’assessore.  Ma il nuovo ritrovato, che ha il pregio di poter essere utilizzato anche in presenza di acqua, è stato già utilizzato alcune settimane fa in via Albere, all’uscita del sottopasso, e nel territorio dell’ottava circoscrizione. Visti i buoni risultati il Comune, annuncia Lella, ne chiederà «una grossa fornitura». Il costo sarebbe analogo al bitume tradizionale.  Presente ai lavori della commissione, il comandante della polizia municipale Luigi Altamura fa sapere che dal 1° gennaio al 23 aprile i vigili hanno sollecitato 315 interventi per la messa in sicurezza delle strade. «Quello di Verona», sottolinea mostrando la mappa della città costellata di puntini rossi e gialli, «è uno dei pochi ad avere una banca dati delle buche su strade e marciapiedi». Quanto alle richieste di risarcimento per danni, Altamura assicura che sono in costante diminuzione «grazie agli interventi di manutenzione nelle circoscrizioni e alle verifiche che facciamo sulla veridicità delle denunce». Lella, incalzato da Michele Bertucco (Pd) e Gianni Bencioli (5 Stelle) che gli chiedono conto di una serie di criticità, chiarisce, infine, di quanti fondi dispone per la manutenzione ordinaria e straordinaria nei quartieri: «Abbiamo reperito 1,2 milioni da residui di bilancio, mentre nel 2013 ne avremo 700mila». E fa sapere che convocherà imprese e  ditte dei sottoservizi «affinché il ripristino del manto stradale sia fatto a regola d’arte». E.S.

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA

Data: 24/04/2013

Note: NULL