Con la mascherina al banchetto per sensibilizzare i cittadini

QUALITÀ DELLA VITA. Il gruppo intende ricorrere al Tar per bloccare la costruzione delle 4 torri

Manifestazione del comitato «Asma» per protestare contro i progetti nell’area Ex Bam e per contestare la realizzazione della linea del filobus in via Mameli.
Ex Bam e filobus, è protesta. Ieri pomeriggio a Ponte Crencano il Comitato Asma (Associazione Salute Maria Ausiliatrice) è sceso nuovamente in strada per difendere il verde nel rione ma anche per dire «no» al filobus, perché «divide in due il quartiere e renderà le vie Mameli e Trento ancora più trafficate», dicono i partecipanti alla manifestazione. Ricordando che il sodalizio tra cittadini è nato proprio per «evitare di perdere l’ultima possibilità di avere un parco nel quartiere nell’area ex Bam», che si trova al di là di via Mameli. «Un’area dove sono previste quattro torri da 9 e 10 piani, per un totale di 150 appartamenti, e un centro commerciale da 2.500 metri quadrati». Con l’intenzione di ricorrere al Tribunale Amministrativo Regionale. Per questo il Comitato Asma sta organizzando alcune iniziative per sostenerne la spesa. «Abbiamo bisogno del sostegno economico da parte di tutti», affermano. «Un contributo, anche piccolo, è fondamentale per arrivare all’obiettivo». Il corteo lungo le vie del quartiere è stato anche molto rumoroso: pentole e coperchi, tamburi e fischietti. Lungo le strade gli incontri con gli altri residenti si sono trasformati in un invito a pranzo. Sono i due pranzi solidali che il Comitato Asma ha organizzato per raccogliere fondi: uno fissato per mercoledì 9 ottobre, alle 13, nei locali della scuola professionale Stimmatini (via Cavalcaselle, 20), l’altro per domenica 13 ottobre, alle 13, alla Trattoria Dalla Bruna (via Mameli, 166). «C’è preoccupazione per le nuove torri nell’area ex Bam e molto interesse sul filobus», commenta il portavoce del Comitato Maurizio Framba. «Crediamo nel ricorso al Tar per evitare la cementificazione dell’area ex Bam e per il sostegno abbiamo un ibam (IT77O0103011701PREP96630620). Se non raggiungiamo la cifra necessaria restituiremo a ciascuno quanto versato».In una prossima assemblea pubblica, il Comitato inviterà gli avvocati a spiegare il ricorso. «Sarà un momento di confronto prima della consegna ai legali». E’ stata annunciata anche la partecipazione all’assemblea pubblica organizzata dalla seconda circoscrizione sul tema filobus, da piazzale Cadorna a Ca’ di Cozzi. Appuntamento in agenda per sabato 19 ottobre, in Sala Marani. A sostenere il Comitato Asma nella manifestazione sulle strade di Ponte Crencano è stata anche la Rete degli Studenti Medi di Verona. «Crediamo che anche le piccole realtà dell’azione ambientale devano essere tutelate», ha detto Elia Mancini. «Siamo presenti in questo quartiere per portare avanti una campagna di sensibilizzazione e di azione».

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 15

Data: 6/10/2019

Note: Marco Cerpelloni