image
PROVOCAZIONE. Le guide di Ippogrifo agli amministratori: vent´anni di progetti mai realizzati.
Centri di accoglienza turistica mai aperti, parcheggio per i bus all´ex Gasometro e hovercraft Ma la «chicca» è Castel San Pietro.
Un pesce d´aprile piuttosto amaro. È quello che le guide turistiche autorizzate riunite nell´associazione Ippogrifo «regalano» ai politici veronesi, invitandoli a percorrere «un tour alla scoperta della Verona turistica da loro stessi concepita nell´ultimo ventennio». L´itinerario in questione, ben descritto in una lettera aperta, mette in luce il paradosso della totale discrepanza tra le infinite promesse fatte dai nostri amministratori in merito a realizzazioni più o meno faraoniche che avrebbero dovuto mutare, e migliorare, il panorama cittadino negli ultimi vent´anni, e l´assoluto nulla di fatto che a quei progetti è seguito.
Insomma, una provocazione giocata sull´ironia, ma che purtroppo risponde in tutto alla realtà. Come spiega Alberto Pavoni, presidente di Ippogrifo, «oggi, all´avvio di una nuova stagione di grande afflusso turistico, le questioni irrisolte sono molte, a partire da quella, annosa, della carenza di parcheggi per i pullman turistici. Ma tutti i punti che abbiamo toccato sono indicativi di quante parole si sono spese in promesse poi non mantenute». Una considerazione che, in questa nuova ondata di programmi in vista delle amministrative imminenti, ha tanto più il suono di un campanello d´allarme. Ma vediamo dunque il tour della Verona promessa e mai realizzata.
«Ritrovo in corso Porta Nuova all´ex bar Borsa, al “Centro di Accoglienza Turistica” che secondo l´assessore Francesca Tamellini (2003, giunta Zanotto), sarebbe stato “pronto nel 2005”. E che non c´è», prosegue Pavoni. «Da qui trasferimento all´ex Macello, al secondo e mai aperto “Centro di Accoglienza Turisti”, ristrutturato negli anni ´90 con fondi pubblici per il Giubileo del 2000, ma in stand by da 12 anni. Se ne aspetta altri 13 sarà pronto per il Giubileo del 2025. Un terzo “Centro di Accoglienza” sarebbe in lungadige Ca! puleti, ex scuole Pacinotti: qui si troverebbe il “Centro per ! il Turismo Scolastico” che “sarà aperto nel giugno/luglio di quest´anno” (ovvero il 1993, secondo Roberto Uboldi, Dc, Ppi, Pd, aprile 1993)».
Poi la fantascienza: «In prossimità del fiume ci imbarchiamo sull´hovercraft (proposto dal 1998 da Gianluca Fantoni, all´epoca di Forza Italia) per raggiungere il “Museo dell´Adige dentro l´ex Dogana, ai Filippini” dove è attraccato anche “un mulino natante di legno” (sempre Fantoni, 2012, stavolta come Lista Tosi). Di fronte a noi sorge il nuovo parcheggio bus all´ex gasometro, “pronto per il 1998” (sindaco Sironi, 1996). Sbarchiamo dall´hovercraft a ponte Pietra e saliamo comodamente su colle San Pietro utilizzando la recuperata funicolare: “la realizzazione partirà nel 2011 e sarà completata entro il 2013” (assessore Vittorio Di Dio, 8 novembre 2010, Pdl, Destra Sociale e oggi Lista Tosi)».
La chicca arriva con Castel San Pietro: «L´ex caserma oggi è: un “casinò”  di frontiera come Saint Vincent (Roberto Gianfreda, Lega Nord, poi An, 1996), un “ristorante e/o albergo con spazi riservati al Comune sufficienti per l´allestimento di un casinò municipale” (Flavio Tosi, Paolo Paternoster, Paolo Tosato, Lega Nord, 26 luglio 2001), “Museo della città” (Paolo Zanotto, 2002), “Museo del vino” (Pierluigi Bolla, Forza Italia, 2003), sede italiana dell´Hermitage di San Pietroburgo: “Il via ai lavori è previsto per l´inizio del 2007” (Paolo Biasi, presidente Cariverona, 1 luglio 2006), riproposto “Museo della Città” (Lucia Cametti, An, 18 novembre 2009), “nuova sede del museo di Storia Naturale” (Mimma Perbellini, Forza Italia, oggi Lista Tosi, giugno 2011)».
Gli esempi più o meno surreali citati da Ippogrifo sono ancora parecchi, vedi il caso dell´Arsenale: doveva essere la nuova sede del Museo di Storia Naturale, una sezione della galleria di Castelvecchio, cittadella della Lirica, scuola materna comunale. Ma! anche l´ex caserma austriaca è ancora lì che aspetta.

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA

Data: 1/04/2012

Note: CRONACA – Pagina 15