Una rilevatrice del censimento Istat al lavoro

LA «FOTOGRAFIA» DI VERONA. Ai questionari dell’Istat si può rispondere fino al 20 dicembre
In città l’operazione riguarda un campione di 2.350 famiglie Gli incaricati sono muniti di tesserino di riconoscimento.
Una fotografia sulle principali caratteristiche socio-economiche della popolazione veronese. A scattarla sarà il Censimento 2019 dell’Istat che riguarda anche un campione di famiglie residenti nella nostra città.Decine di rilevatori sono già all’opera dall’inizio di ottobre per effettuare questa seconda rilevazione permanente a cadenza annuale e non più decennale come veniva fatto in precedenza. A differenza delle passate tornate, infatti, il censimento non coinvolge più tutte le famiglie residenti, ma solo un campione. Ogni anno, a livello nazionale, le famiglie chiamate a partecipare sono circa un milione e quattrocentomila, in oltre 2.800 Comuni.A Verona, tale attività, coordinata dal Servizio statistica di Palazzo Barbieri, interessa 2.350 famiglie delle circa 123mila residenti nel territorio comunale. Le famiglie selezionate sono già state avvisate tramite lettera. Gli incaricati sono muniti di tesserino di riconoscimento Istat. A tale proposito, dal Comune si raccomanda di fare molta attenzione a chi bussa alla porta, poiché non mancano coloro che cercano di approfittare della buona fede, soprattutto di persone anziane. In queste prime settimane di censimento sono già stati infatti segnalati alcuni tentativi di truffa da parte di malintenzionati che si fingono rilevatori dell’Istat.Questi episodi, assicurano in municipio, sono stati segnalati alle forze dell’ordine.Il personale che si occupa del rilevamento è munito di tesserino dell’Istat, che comprova l’incarico ricevuto. I rilevatori, inoltre, sono sempre tenuti a dimostrare la propria identità e l’ufficialità dell’incarico. Per informazioni è possibile contattare l’ufficio comunale di Censimento (045.8078918- 8078526) oppure l’Ufficio relazioni con il pubblico (045.8077500- 800202525).I campioni di popolazione interessati sono stati individuati tramite due diversi criteri. Il primo è quello basato su una serie di indirizzi o di aree, selezionate casualmente dall’Istat. In tale ambito verranno intervistate 1.200 famiglie che hanno dimora abituale. Esse vengono informate con un avviso e una locandina affissa sul portone.Gli interessati possono essere intervistati direttamente nella propria abitazione da un incaricato, oppure recandosi all’ufficio Censimento del Comune fino al 13 novembre. La seconda modalità di campionamento è quella basata su 1.150 famiglie, scelte casualmente sull’intero territorio comunale.Le famiglie selezionate dall’Istat hanno già ricevuto una lettera con le credenziali per poter compilare direttamente da casa, fino al 13 dicembre, il questionario online. In alternativa possono recarsi, fino al 20 dicembre, all’ufficio comunale Censimento (045.8078526-8918), per la compilazione del questionario via internet. Oppure possono attendere il rilevatore che le censirà a domicilio a partire dall’8 novembre.Il censimento darà informazioni rappresentative dell’intera popolazione, grazie all’integrazione dei dati raccolti dalle diverse rilevazioni con quelli provenienti dalle fonti amministrative.

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 12

Data: 30/10/2019