Mercoledì 5 Settembre 2018

Ripresa alla grande dei nostri incontri con Susi, socia, amica e brillante narratrice, la quale ci ha presentato immagini, curiosità e vita vissuta del decennio 1900-1910 tratte dal volume ” Un po’ di Verona” di Giuseppe Pollorini, pubblicato nel 1959, volume che fa parte della preziosa collezione del suo celebre nonno, appassionato studioso di Verona e autore egli stesso di numerose pubblicazioni sulla nostra città.

Una piacevolissima carrellata di luoghi e di vie con nomi e descrizioni che hanno risvegliato in molte di noi ricordi e nostalgie del passato…piazza Erbe, piazza Navona, piazza Bra addobbata da festoni e archi di luce per i festeggiamenti del passaggio di fine secolo

Il suo “Liston”da poco rinnovato, con tantissima gente e con la straordinaria distribuzione ai meno abbienti di 8 etti di carne, di 8 etti di riso,1 chilo di pane e 4 quinti di vino.

Poi …le vie nel loro evolversi, i palazzi famosi che ora ospitano nuovi negozi, già cambiati nel lontano 1959 e che denunciano la scomparsa di molte attività lavorative

…affiorano reminiscenze, interventi….un continuo intercalare da parte dei presenti che rivela la  partecipazione e l’ apprezzamento delle curiosità sottolineate da sottile umorismo.  come le stranezze della moda femminile – così scrive il Pollorini”

Spesso i cappelli lussureggiavano di fiori, di nastri, di piume, di gale, di lustrini, di ali…..che costringevano qualche infortunato spettatore al Drammatico(oggi Nuovo) a gustare le birichinate di Dina Galli o le squisite scene delle due Grammatiche, da una specie di aiuola artificiale”-.

o l’ evoluzione del mercato delle merci e quello dei trasporti, quando si verificavano situazioni comiche con il tram a cavalli,  il cui arrivo doveva essere segnalato ai pedoni in modo vistoso al fine di evitare spiacevoli incidenti.

È stato bello ricordare…..insieme,grazie a Susi.