Grande attesa e grande pubblico per San Giorgio in Braida che Tommaso Roda propone come ultima tappa de percorso” Rinascere dall’acqua” delle chiese della “Minor Hierusalem” e già da lui straordinariamente illustrate: Santa Maria in Organo, San Siro ”  arrampicata sul colle con una elegantissima scalinata, San Giovanni in Valle con il suo magnifico chiostro e Santo Stefano con il bellissimo soffitto e la cappella degli Innocenti”.

San Giorgio in Braida ” chiesa veneziana per alcune peculiarità che richiamano tipici elementi architettonici veneziani: la facciata in pietra bianca, la presenza della cupola( unica in Verona), e all’interno l’assenza di affreschi alle pareti ,sostituiti dai teleri del presbiterio e dai numerosi dipinti nelle pareti laterali.

Le immagini stupende via via proiettate sullo schermo, accompagnate dalla descrizione così particolareggiata sia degli elementi architettonici, che delle statue, dei dipinti e del pavimento con disegni simbolici ci fanno cogliere la bellezza e l’armonia di questa chiesa; ci fanno vedere come la struttura dell’interno sia nel presbiterio che nelle singole cappelle concorra a mettere in risalto i dipinti del Veronese, del Tintoretto e di tanti altri notevoli pittori veronesi.

Armonia, colore, simbologia dei dipinti e del pavimento: il tutto per creare un forte richiamo alla Gerusalemme Celeste e alla narrazione biblica.

Un’ora straordinaria, sottolineata da un prolungato applauso, donataci dall’amico Tommaso con tanta appassionata bravura.