Mercoledì 21 febbraio 2018

Venezia: storia ed immagini- a cura di M. Gragnato

Un percorso affascinante quello illustrato dal prof. Gragnato, insigne studioso di storia ed arte veneta.

Venezia lungo le rive destra e sinistra del Canal Grande con i suoi marmorei palazzi dell’antica nobiltà ci parla della sua storia, di arte rinascimentale e gotica dai caratteristici archi acuti, ma anche dei suoi fasti e delle sue ricchezze accumulate con i commerci e le sue relazioni con l’Oriente e con tutta l’Europa attraverso il Mediterraneo.

Il Canale viene proiettato sullo schermo nella sua forma sinuosa accompagnato dalla descrizione pacata e puntuale del professore che mette in luce aspetti storici ed artistici delle costruzioni più notevoli. Ecco sulla riva destra:

Palazzo Corner; classica facciata a tre ordini

Palazzo Corner della Ca’ Granda dell’architetto Jacopo Sansovino a Venezia. Affaccia sul Canal Grande. Sede della Provincia di Venezia.

Palazzo Giustinian barocco con due piani di alte logge;

Il palazzo fu edificato su commissione dei Giustinian, tra le più illustri famiglie del patriziato veneziano, nella seconda metà del XV secolo, in luogo di un edificio preesistente, nel quale era vissuto nella prima metà del secolo Lorenzo Giustinian, primo patriarca di Venezia.

Palazzo Grassi, di forme classicheggianti;

Palazzo Grassi (anche conosciuto come Palazzo Grassi-Stucky) è un edificio civile veneziano, sito nel sestiere di San Marco e affacciato sul Canal Grande. È uno degli edifici lagunari più noti, oltre a sede di mostre d’arte meritevoli di particolare interesse: è famoso perché definito come l’ultimo palazzo patrizio affacciato su Canal Grande prima del crollo della Serenissima Repubblica di Venezia.

Palazzo Corner-Spinelli del primo rinascimento con due piani di grandi bifore;

Palazzo Corner Spinelli è un esempio del passaggio dalle forme gotiche, predominanti a Venezia fino al XV secolo, alle nuove linee rinascimentali, che, nello specifico, ricordano quelle della coeva Ca’ Vendramin Calergi.

Palazzo Grimani con ampie arcate del Sammicheli;

Il palazzo fu edificato a partire dal 1556 dall’architetto Michele Sanmicheli, su commissione del procuratore Gerolamo Grimani.

Palazzo Loredan tipica costruzione veneto bizantina;

Ca’ Loredanè un palazzo veneziano, situato nel sestiere di San Marco e affacciato sul Canal Grande, poco distante dal Ponte di Rialto. È sede, assieme all’attigua Ca’ Farsetti, del municipio della città lagunare. Il nucleo più antico dell’edificio è in stile veneto-bizantino, essendo tra gli edifici del Canal Grande che più ne conservano le tracce nonostante le ristrutturazioni.

 

ponte di Rialto coronato da una serie di arcate sull’alto; Palazzo Vendramin di elegantissime forme rinascimentali e sale interne stupefacenti per gli affreschi;

Ca’ Vendramin Calergi, è un palazzo veneziano, situato nel sestiere di Cannaregio e affacciato sul Canal Grande tra Casa Volpi e Palazzo Marcello, di fronte a Palazzo Belloni Battagia e al Fontego del Megio. Il palazzo ospita il Casinò di Venezia.

il seicentesco Palazzo Labia con il salone delle feste affrescato dal Tiepolo.

Palazzo Labia è un edificio barocco del sestiere di Cannaregio a Venezia, costruito tra il XVII ed il XVIII secolo. Nel Salone da ballo Giambattista Tiepolo dipinse uno dei suoi capolavori, il ciclo di affreschi dedicato alle Storie di Antonio e Cleopatra, su commissione dei fratelli Angelo Maria e Paolo Antonio Labia.

A sinistra: Palazzo Rezzonico costruzione barocca del Longhena,

Fu progettato da Baldassarre Longhena a partire dal 1649, su incarico della nobile famiglia Bon. Il cantiere venne aperto solo nel 1667 con l’abbattimento degli edifici preesistenti.[1] A causa delle difficoltà economiche dei committenti e della morte del Longhena nel 1682 la costruzione venne abbandonata.[1] Rimase solo la facciata nobile verso il Canal Grande e un primo piano coperto da travi in legno.
Ca’Foscari fra le più armoniose costruzioni gotiche del ‘400; Palazzo Balbi di forme classiche;

Sopra. L’Università Ca’ Foscari Venezia è una università statale italiana fondata nel 1868. Ha sede presso Ca’ Foscari, palazzo gotico affacciato sul Canal Grande. È considerata la più antica scuola aziendale d’Italia e fra le più antiche del mondo. Sotto: Palazzo Balbi è un palazzo di Venezia, situato nel sestiere di Dorsoduro e affacciato sul Canal Grande in quella zona detta volta de canal, tra Ca’ Foscari e Palazzo Caotorta Angaran. È la sede ufficiale del Presidente della Regione Veneto e della Giunta regionale.

 

Palazzo Pisani con due belle logge ad archi intrecciati; Palazzo Pesaro esempio di barocco veneziano con elementi semplici e raffinati

a sinistra Palazzo Pisani è un palazzo veneziano sito nel sestiere di San Marco, affacciato sul rio del Santissimo e confinante con Palazzetto Pisani e con Palazzo Morosini, affacciato su Campo Pisani, attiguo a Campo Santo Stefano. È la sede del conservatorio Benedetto Marcello. A destra Palazzo Pisani è un palazzo veneziano sito nel sestiere di San Marco, affacciato sul rio del Santissimo e confinante con Palazzetto Pisani e con Palazzo Morosini, affacciato su Campo Pisani, attiguo a Campo Santo Stefano. È la sede del conservatorio Benedetto Marcello.

Particolari i Fondachi dei Tedeschi e dei Turchi di forme veneto bizantine, testimonianza degli intensi commerci effettuati dalla Serenissima lungo i secoli.

Sopra Analogamente al Fontego dei Turchi il Fontego dei Tedeschi è di antica fondazione (XIII secolo) e legato alle esigenze commerciali della Repubblica di Venezia: esso era punto d’approdo delle merci trasportate da mercanti tedeschi di Norimberga, Judenburg e Augusta che qui le immagazzinavano. Sotto: A partire dal 1608 venne avanzata la teoria di destinare un edificio cittadino a sede dei mercanti turchi.

Spicca nel paesaggio S. Maria della Salute capolavoro barocco eretto dal Longhena per voto del Senato in ringraziamento della liberazione della città dalla peste.

Le immagini e la descrizione chiarissima e intercalata da piacevoli battute, con rimandi all’attualità delle bellezze eterne della lagunare Venezia hanno incantato il pubblico presente che ha applaudito calorosamente.