mercoledì 7 Marzo 2018

Viaggio nella Cina classica-    a cura di Nello Benedetti-

Nello Benedetti, docente di fotografia presso l’Università del tempo libero di Verona e da circa dieci anni fotografo ufficiale del Tocati’, coltiva la passione della fotografia per il piacere di far rivivere luoghi incantevoli che incontra nei suoi viaggi, ma anche per far godere ad altri la sua ricca produzione, senza pretese di professionismo, come sottolinea lui stesso.

Per noi, oggi, l’opportunità di ammirare immagini straordinarie di alcuni dei luoghi più significativi della Cina classica.

A Pechino il Tempio del Cielo incanta per la sua vastità, la ricchezza di elementi architettonici, l’azzurro dei tetti del tempio della preghiera, dove gli imperatori venivano a pregare affinché il regno potesse godere di un buon raccolto

Tempio del cielo

l’inquadratura della Piazza Tien An Man mette in risalto il Palazzo dell’Assemblea del Popolo con la città proibita, ma l’obiettivo si sofferma a lungo sulle composizioni floreali, magnifiche nei loro contrasti di colore

Palazzo dell’Assemblea del Popolo con la citta proibita

Le immagini si susseguono ininterrottamente… Ecco Cenge, città molto antica sorta come residenza imperiale estiva, in splendida posizione, con magnifici giardini e nello sfondo la Grande Muraglia in tutta la sua magnificenza, baluardo che per tanti secoli ha protetto la Cina dai popoli del nord.

 

Muraglia cinese

Sfilano paesaggi, templi, strade dal traffico caotico, mercati con la mercanzia esposta in modo creativo, ma anche volti particolarmente vissuti di anziani o di bimbi colti nei loro gesti quotidiani o nel bel mezzo di un parco, intenti a tracciare schizzi e disegni nel loro album di scuola.

Gli edifici in legno di Pingyao, città patrimonio dell’umanità ci parlano d’una Cina imperiale con le sue vie dall’atmosfera incantata

Residenza della famiglia Qiao

Stupefacente l’Esercito di Terracotta”, oltre settemila soldati, cavalli, carri, armi e utensili a grandezza naturale portati alla luce in tre fosse funerarie dopo la casuale scoperta intorno agli anni settanta da parte di un contadino nella campagna nelle vicinanze di Xian.

Esercito di Terracotta

Il fiume Li con le caratteristiche imbarcazioni, le giunche e i champan e sullo sfondo i monti dalla particolare conformazione calcarea ha mostrato degli scorci indimenticabili.

Il fiume Li con le caratteristiche imbarcazioni

A conclusione Shiaghai con i suoi incredibili e avveniristici grattacieli.

Il tutto, i commenti dell’operatore, l’accompagnamento musicale e le artistiche foto hanno suscitato molte domande nei presenti, ai quali è stato risposto con ricchezza di particolari sottolineati da calorosi applausi finali.