Auditorium Chiesa S.Pietro Apostolo, Mercoledì 6 Aprile 2011 h. 16,00

Claudia Berton presenta :“Quando la religione non era ancora noiosa” di H.C. Zander, nell’ambito del progetto “letture ad alta voce”

A migliaia, vivevano la religione come scoperta ed esperienza estrema.
Eremiti erranti oppure domiciliati in una grotta. Stiliti che abitavano in cima a una colonna, trasformando la loro rinuncia in spettacolo.
Asceti che si ritiravano nei deserti meno ospitali, popolati di fantasmi e belve feroci. I fedeli si appassionavano per le loro imprese e le diffondevano per città e paesi, dando ai loro artefici grande fama etorme di seguaci.

Nei primi secoli del cristianesimo la religione fu davvero un’avventura insieme fisica e spirituale, un modo di vivere amicizie indissolubili e interminabili romitaggi. Abbandonare la società degli uomini per affrontare pericoli e privazioni costituiva la disciplina necessaria per sfuggire alle tentazioni, allenando il corpo e lo spirito per l’esperienza della realtà divina.

Hans Conrad Zander è uno straordinario divulgatore: informato e preciso, ma anche brillante e spiritoso, ha raccolto una serie aneddoti strabilianti per la fantasia moderna, ma che al tempo stesso illustrano alcuni aspetti fondamentali dell’esperienza religiosa.