Mercoledì 13 febbraio    “Pasticcio di lasagne”
a cura di Tommaso Roda – 

Prendendo scherzosamente spunto da un bel piatto di lasagne al forno, Tommaso Roda, nostro socio e amico, ci ha parlato diffusamente delle cosidette “lasagne” eredità austroungarica che univano i tre forti delle Torricelle (Santa Sofia, San Leonardo e San Mattia)

Si tratta delle strette strade militari, costruite dagli Austriaci per accedere ai suddetti forti : partono vicino a porta San Giorgio, da via Sirtori e da via Ippolito Nievo e sono facilmente riconoscibili.

Sono state scavate nel tufo vivo, pavimentate con ciottoli e pietre di basalto.

Sono protette da alti muri il cui scopo era permettere alle garnigioni di trasferirsi  tra i forti senza rischiare di essere scoperte e colpite dalle artiglierie nemiche.

Il termine «lasagna» indica la guida centrale in pietra, per lo più in basalto, su cui le truppe camminavano in fila.

la lasagna che porta da forte Sofia a Forte s.Leonardo (tratta da google)

 

Breccia di san Giorgio

 

Le “lasagne” sono affiancate da poche case, per lo più di prestigio e favorite da una fantastica vista sulla città.

Sono conosciute dagli amanti di salutari camminate nella Verona storica.

 

 

 

 

Salita Monte Carmelo che sbocca in via dei Colli