I tre maschi hanno raggiunto per primi l'isolotto

I giovanissimi in acqua senza curarsi del pericolo Momenti di tensione tra chi osservava la scena
M.PEZ.

Noncuranti del pericolo che il fiume può riservare, intorno alle 17 di ieri un gruppo di ragazzini, tre maschi e due femmine, ha raggiunto a piedi camminando nell’acqua i due isolotti di sabbia nell’Adige all’altezza del ponte di Castelvecchio. Un fatto molto strano, che non è certo passato inosservato a chi era sulla rive del corso d’acqua scaligero. Un passante che li ha fotografati, turbato dalla precaria situazione, racconta la dinamica dell’imprudenza: «Si era già fermato un capannello di persone che guardavano dalla riva quando sono arrivato e ho potuto vedere dapprima tre di questi giovanissimi, i maschi, già sul primo banco di sabbia», continua il racconto, «poi mi sono accorto che anche due ragazze erano in Adige, l’acqua arrivava fino all’altezza delle loro ginocchia: si muovevano lentamente per raggiungere i compagni, ma non sono rimaste lì. Dopo poco sono entrate di nuovo in acqua e hanno raggiunto l’altro isolotto che si è formato proprio sotto il ponte, arrivando anche a salire persino sui sassi circostanti prima di rientrare

Tratto da: L'Arena -

Data: 8/08/2019