image

Con il mercatino si riscopre una chiesa gioiello.

SAN ZENO. Regali solidali ai banchi allestiti dalla cooperativa sociale D-Gusto e dall’Associazione italiana assistenza spastici. Fino al 6 gennaio. Santa Maria della Giustizia Vecchia risale al XIV secolo, è di proprietà Ater ed è poco conosciuta.

Regali solidali da mettere sotto l’albero di Natale.Dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 19.30, nella chiesa di Santa Maria della Giustizia Vecchia (piazza San Zeno,angolo via San Procolo) c’è il Mercato di Natale della cooperativa sociale D-Gusto onlus e dell’Associazione italiana assistenza spastici onlus che si avvale del patrocinio del Comune.

L’esposizione è anche un servizio sociale perché l’apertura e la gestione sono affidate alla persone disabili e svantaggiate così scegliere un regalo di Natale alla mostra mercato di Santa Maria della Giustizia Vecchia è anche un gesto di solidarietà diretta. Sui banchi è possibile trovare idee regalo tra gioielli, ceramiche artistiche e per la casa, agende e quaderni, dipinti e icone, libri, mobili ed oggettistica di antiquariato, borse, cuscini, sciarpe, arazzi, abiti di sartoria creati su misura e molto altro. Accanto, anche prodotti enogastronomici biologici del territorio, dal pandoro alle «bollicine».

Tutti confezionati con pacco regalo.Ma pure la stessa chiesa è un bene artistico da scoprire. Santa Maria della Giustizia Vecchia o Santa Maria della Misericordia è stata eretta nel XIV secolo ed è oggi di proprietà dell’Azienda territoriale edilizia residenziale.

È una chiesa semisconosciuta agli stessi veronesi e il servizio sociale e commerciale al suo interno diviene pure un servizio culturale che le persone disabili e svantaggiate mettono a disposizione della città.«Abbiamo ottenuto i permessi», spiega il presidente di D-Gusto Massimo Caucchioli, «per una diversa destinazione d’uso di questo bene: da espositivo museale a commerciale.

È una eccezione che potrebbe essere riproposta altrove». «Il mercato di Natale», spiega, «promuove una decina di espositori sia artisti che imprenditori. Ci sono anche oggetti di privati. Il tutto in conto-vendita. Nell’iniziativa sono impegnati i volontari di alcune associazioni fra cui Cars (Centro accoglienza recupero sociale) e Il Villaggio ed è presente la sede della Condotta Slow Food di Verona».

La mostra mercato di Natale chiuderà il 6 gennaio 2016 e lo spazio sarà subito disponibile ad artisti che vogliono esporre le loro opere.

NULL

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA - cronaca - pag. 9

Data: 14/12/2015

Note: oM.CERP