L'assessore Nicolò Zavarise

Croce Rossa di Verona, con il Comune e le associazioni di categoria del settore commercio stringono un’alleanza per reperire volontari pronti a mettersi a disposizione degli anziani e delle persone con disabilità, portando loro cibo e medicinali. L’iniziativa, che partirà oggi, si chiama “Momento della gentilezza” ed è patrocinata dall’Amministrazione comunale scaligera. Confcommercio e Confesercenti hanno realizzato la mappatura dei negozi nei quartieri e fornito i volontari di pettorine ben riconoscibili. Il servizio sarà senza contatto fra le persone e senza che nessuno entri in casa: verrà lasciato il biglietto con i soldi, mentre il volontario provvederà a fare la spesa e riportare sul pianerottolo la busta con il resto.«Ringrazio la Croce Rossa di Verona e le associazioni», dice l’assessore al commercio Nicolò Zavarise, «garantirà da una parte un servizio utile a molte persone in condizione di particolare necessità e dall’altra un supporto, seppur minimo, a tutte le nostre botteghe alimentari di quartiere che stanno subendo, come molti altri, l’impatto di questa crisi. Questa azione va nella direzione di rispettare il divieto alla circolazione del decreto facendo muovere solo poche persone in sostegno a molti, in modo da non far uscire da casa chi è più a rischio».«Prima di tutto dobbiamo ricordarci che siamo veronesi», dice Zavarise. «Abbiamo a cuore e vogliamo dare un contributo di aiuto, supporto e sostegno alla nostra città e alla nostra gente. Siamo sicuri che, grazie alla solidarietà che tanti stanno mettendo in campo, usciremo a testa alta da questo difficile periodo e tutto andrà bene. Grazie a chi aderirà mettendosi a disposizione per questo piccolo grande servizio alla comunità».Il servizio, dice Alessandro Ortombina, presidente della Croce Rossa di Verona, «è pensato per andare incontro alle esigenze di persone anziane, con problematiche sanitarie, con disabilità che non possono muoversi da casa ma si trovano soli. Con senso di responsabilità e vicinanza alla nostra territorialità e in ottemperanza al Dpcm in vigore dal 12 marzo, la spesa sarà effettuata limitando i percorsi. Saremo operativi», spiega, «con le tre forze in capo a Croce Rossa: volontari, corpo militare e infermiere volontarie; un momento importante per il nostro Comitato in cui prevalgono dinanzi alle emergenze l’Umanità della nostra missione e la forza della nostra organizzazione».

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 12

Data: 16/03/2020

Note: E.G.