RICORRENZA. Il marchio etico del Centro Servizio al Volontariato (Csv) festeggia l’anniversario con 33 organizzazioni
I 2.310 volontari hanno donato 425mila ore di volontariato per diverse attività sociali e sanitarie attraendo risorse per 4 milioni

Il marchio etico Merita Fiducia compie 10 anni. E festeggia l’importante ricorrenza snocciolando numeri e dati che meglio delle parole raccontano quanto la cultura della trasparenza a favore del donatore abbia assunto significato e ruolo sempre più rilevanti nel mondo dell’associazionismo veronese.Le 33 organizzazioni di volontariato certificate Merita Fiducia, nel 2017, hanno messo in campo 2.310 volontari donando alla comunità oltre 425mila ore di volontariato per realizzare attività di primo soccorso, raccolta sangue, assistenza ammalati, animazione del tempo libero delle persone disabili, trasporto sanitario e sociale, accoglienza minori, sostegno alle fasce deboli e alle povertà estreme, sensibilizzazione su tematiche sociali, e molto altro ancora.Inoltre, sono state capaci di attrarre risorse complessivamente per oltre 4 milioni di euro, ridistribuiti sul territorio come attività e servizi gratuiti alla collettività. Dietro ai numeri, molte storie radicate tra città e provincia che per il decennale, L’Arena andrà a scoprire e documentare nei prossimi mesi parlando con i volontari e con i veronesi protagonisti di queste realtà.Nel dettaglio, il marchio etico, voluto e studiato dal 2009 dal Centro Servizio per il Volontariato (Csv), è rivolto alle organizzazioni di volontariato veronesi ed è basato su un sistema valutativo biennale, impostato su modelli internazionali e su quello dell’Istituto Italiano della Donazione. Un progetto ambizioso adatto però anche alle piccole realtà locali.«Si tratta di una certificazione che porta le organizzazioni a dimostrare la capacità di rendicontare la propria attività economica e sociale, documentare l’attività di raccolta fondi in modo trasparente, apprendere modalità di promozione, grazie al supporto di un percorso di consulenza e formazione, per arrivare a una valutazione da parte di un comitato indipendente. Un iter, quindi, che dà certezze al donatore, a fronte di un grande impegno da parte delle associazioni che, volontariamente, decidono di farsi certificare», riassume la presidente del Csv Chiara Tommasini.«E questo non è tutto», aggiunge. «Grazie al percorso di certificazione, e alla richiesta di trasparenza e correttezza documentale che questo percorso prevede, ciascuno ha la possibilità di capire e valutare, in modo autonomo: i documenti sono redatti in modo tale da poter essere letti da chiunque».Inoltre, la presenza di un registro online delle associazioni certificate, www.meritafiducia.it, rende molto semplice la consultazione dei loro documenti, nonché la possibilità di contattarle per conoscerle più da vicino.Quello della rendicontazione è un ambito su cui da anni il Csv investe molto. Dal 2018, dopo una prima fase sperimentale, è attivo per tutte le realtà del Terzo settore lo sportello fundraising.La prossima iniziativa in tal senso è il corso gratuito del progetto HUB3 «Fundraising e dialogo con i nuovi stakeholder» organizzato dal Centro e che prende il via sabato 26 gennaio, dalle 9 alle 13 nella sede di via Cantarane, 24, per proseguire il 2 e il 9 febbraio. Obiettivo del modulo di formazione, cui è necessario iscriversi al sito www.csv.verona.it, è conoscere i principali strumenti di analisi, pianificazione e gestione di una vera strategia di raccolta fondi strutturata. E, ovviamente, trasparente.

Ecco i nomi dei gruppi certificati
Ecco le 33 organizzazioni certificate Merita Fiducia, Marchio Base: Abitare Borgo Trento, Aido Garda, Als Soccorso, Associazione Diabetici di Verona, Associazione Oncologica Italiana Mutilati della Voce, Associazione Proposte Sociali, Avid di Bussolengo, Concamarise, Garda, Montecchia di Crosara, Palù e Terrossa, Avss Croce Blu, Croce Bianca Verona-Pubblica Assistenza Volontaria, Essere Clown Verona, Famiglie per l’Accoglienza Regione Veneto, Fissa Soccorso Sci Alpino, Polo Emergency, Ronda della Carità-Amici di Bernardo, Sinergia, Sos Valeggio sul Mincio, VERonettAmica.Marchio Plus: Abio Associazione per il bambino in ospedale, Acisjf-Associazione Cattolica Internazionale al Servizio della Giovane, Amici Senza Barriere-Daniela Zamboni, Associazione Alzheimer, Associazione di volontariato Opero Silente, Associazione Opera Assistenziale Stefano Toffoli, Associazione Progetto Sorriso, Auser-Autogestione dei servizi e della solidarietà provinciale, Cav-Centro Aiuto Vita di Legnago, Centro Accoglienza Minori, Sos-Servizio Operativo Sanitario.

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 17