BORGO TRENTO. Dopo una giornata di stop e le lamentele del personale, l’Azienda è intervenuta subito. E si riparla del project per altri 500 stalli
È per i pazienti del Pronto soccorso, così i dipendenti tornano al P2 Cgil e Cisl: nodo posti auto

Il parcheggio del Pronto Soccorso è stato riaperto per i pazienti
Dietrofront all’ospedale di Borgo Trento. Dopo i disagi segnalati dai dipendenti l’Azienda ospedaliera ha riaperto ieri il parcheggio interrato P1 per i pazienti del Pronto soccorso, la cui chiusura improvvisa di mercoledì, a causa di un cantiere, aveva provocato gravi disagi ai lavoratori visto che i pazienti o i loro accompagnatori si riversavano sul P2, per il personale, che quindi non aveva più stalli liberi.Tutto questo mentre, dopo la lamentele partite dai sindacati (L’Arena ne ha riferito) la Saba Italia, che gestisce il parcheggio privato interrato esterno all’ospedale, in via De Lellis, ha ampliato due convenzioni con i dipendenti ospedalieri, a prezzi particolarmente vantaggiosi. Ciò grazie a una mediazione dell’Amministrazione comunale, a cui i sindacati si erano rivolti chiedendo affinché intervenisse. Il cantiere dell’Azienda, apertosi proprio ieri, è in programma fino al 29 maggio. Resta comunque alto il problema dei posti auto per i dipendenti, ma più in generale anche per chi va al Polo Confortini, all’Ospedale della donna e del bambino e in altri edifici del complesso.«Abbiamo subito chiesto un incontro urgente con la direzione generale dell’Azienda ospedaliera per chiedere quanto successo mercoledì, quando è stato chiuso il P1, poi riaperto, e per chiedere che senza indugio venga immediatamente attivata sul tema una conferenza dei servizi promossa dall’Azienda e rivolta a tutte le amministrazioni interessate, in primis il Comune di Verona, per affrontare e risolvere il problema dei parcheggi e degli utenti e dei lavoratori che numerosi afferiscono all’ospedale. Una soluzione condivisa tra amministrazioni». È quanto tra l’altro dice una nota dei sindacati Cgil e Cisl, con i responsabili per la Funzione pubblica. «Il direttore generale Francesco Cobello si è mostrato favorevole alla Conferenza», si aggiunge nella nota, «come l’assessore comunale ai lavori pubblici Luca Zanotto».Cgil e Cisl (nei giorni scorsi era intervenuta sul nostro giornale la Uil) ricordano quanto L’Arena aveva scritto nei giorni scorsi e cioè che l’Azienda ospedaliera ha messo in campo la possibilità di ampliare la dotazione di posti auto tra area del Polo Confortini e ex caserma Riva di Villasanta, in zona Navigatori, con un project financing. La proposta, della Apcoa Parking, di Mantova, porterebbe i posti dai 1.100 attuali a 1.600. «Cgil e Cisl si sono riservate di valutare la proposta che, comunque sia, vedrebbe i suoi frutti tra diversi anni».

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 13

Data: 12/05/2018

Note: E.G.