Il calendario con farfalle e cristalli, fotografati da Francesco Sorbini

L’INIZIATIVA. Due pubblicazioni con le fotografie di Sorbini e Spagnoli. Si acquistano nella sede

Con il ricavato si sostiene il Gruppo giovanile che svolge attività con disabili nel tempo libero

Velo, in Lessinia: è il calendario con le fotografie di Roberto Spagnoli
I colori di una raccolta di farfalle del Museo di storia naturale abbinate a cristalli conservati allo museo stesso. E poi i paesaggi, in bianco e nero, della Lessinia, con le pietre a sfinge e i pascoli. Sono soggetti dei due calendari 2020 pubblicati dall’Anffas, l’Associazione nazionale famiglie disabili intellettivi e relazionali, dalla cui vendita si ricavano risorse per sostenere le attività nel tempo libero del Gruppo giovanile con i ragazzi disabili. L’associazione si è avvalsa della collaborazione dei fotografi Francesco Sorbini, l’autore delle foto delle farfalle con i cristalli, e di Roberto Spagnoli per i paesaggi lessinici.«Il risultato è veramente interessante e inedito, per quanto riguarda le foto del museo di storia naturale realizzate da Francesco Sorbini», dice Anna Quintarelli, presidente dell’Anffas di Verona, «e Roberto Spagnoli ci ha regalato delle immagini in bianco e nero molto suggestive della nostra montagna».L’Anffas è nata 61 anni fa per iniziativa di un gruppo di genitori di ragazzi con problemi di disabilità intellettiva e relazionale, in tempi in cui le persone con disabilità erano spesso rinchiuse in casa, emarginate dalle istituzioni e dalla società, come si ricorda anche in una scheda sul retro dei calendari. A Verona a fondare l’Anffas è stata Corinna Bertoldi Ionta, ora presidente onoraria, aiutata da un Consiglio direttivo e da un Gruppo giovanile e da collaboratori volontari. L’associazione segue 100 famiglie. Lavora a fianco delle istituzioni per l’inserimento e l’integrazione delle persone disabili, riconoscendo un ruolo attivo nella famiglia.Entrambi i calendari sono reperibili nella sede dell’Anffas in Borgo Trento, in piazza Vittorio Veneto 3/a, dal lunedì al venerdì, con orario dalle 9.30 alle 12.30, telefono 045.8344379, con un’offerta a partire da 10 euro l’uno.

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 19

Note: Enrico Giardini