FORTE SOFIA

Il primo maggio ho partecipato alla visita guidata al forte Sofia sul colle San Leonardo.

Dedicato all’ Arciduchessa Sofia di Baviera, madre del futuro Imperatore Francesco Giuseppe, il forte fu edificato dal 1836 al 1838 su progetto di Franz von Scholl.

Grazie al prezioso lavoro di un gruppo di volontari è stato ripristinato, con una spesa non indifferente e messo a disposizione dei cittadini.

La precisa descrizione da parte della nostra Guida ci ha fatto apprezzare la qualità delle soluzioni ingegneristiche di questa fortificazione che, assieme a molte altre, proteggeva la città.

Ad esempio: la polveriera, situata in posizione protetta era dotata di pavimento in legno, fissato a terra con chiavistelli di legno per evitare pericolose scintille, dal momento che i soldati avevano scarpe chiodate.

Inoltre per salire ai piani superiori era stata costruita una scala centrale a doppia rampa elicoidale che consentiva la salita e discesa in simultanea senza intralci. Opera pregevole anche dal punto di vista architettonico.

La sommità del corpo centrale circolare ospitava dodici cannoni che coprivano i 360 gradi. Nessun colpo fu mai sparato, per fortuna.

All’ epoca degli Austriaci la guarnigione era di circa duecento uomini.

Durante la prima G.M. il forte fu adibito a colombaia per addestramento piccioni viaggiatori.

Nella seconda G.M. divenne un carcere.

Dalla torretta sommitale si gode di un magnifico panorama.

Un grazie al Comune e ai Volontari che hanno reso possibile l’evento.

Articolo del 2013: inizio pulizia forte