teatro-clandestino-fucina-culturale-machiavelli-verona

venerdì 28 febbraio, ore 21.00

Genere da scoprire

TEATRO CLANDESTINO – Uno spettacolo da svelare

Selezione spettatori artistici

Torna anche in questa stagione il progetto del TEATRO CLANDESTINO.
Uno spettacolo a scatola chiusa, una location che sarà svelata solo il giorno stesso tramite email o messaggio a coloro che si saranno iscritti e avranno scelto la clandestinità assieme a noi.

Non sai dove. Non sai perché. Ma c’è un dove e c’è un perché.

Fame-di-teatro-Fucina-culturale-machiavelli-peppa-pig-suini

sabato 7 marzo, ore 21.00

Teatro comico e di prosa

SUINI – Peppa Pig prende coscienza di essere un suino

Con Fabrizio Martorelli, regia di Davide Carnevali

Come può un padre single educare una bambina di quattro anni e mezzo in questa società consumista? E come può un artista fare i soldi con il teatro? Un attore guadagna di più facendo cinema o lavorando all’Esselunga?

Un viaggio che inizia raccontando gioie e dolori della (mal)educazione infantile e finisce con un’amara riflessione sulla perdita del valore del gesto artistico nella nostra società. Una macelleria di persone e animali, parole affilate che tagliano come coltelli la realtà e propongono una satira del nostro gusto contemporaneo: le mode di mercato a cui siamo esposti, lo spettacolo come intrattenimento fine a se stesso, l’amore/odio nei confronti della televisione, della filosofia tedesca e dell’Esselunga, assurto a vero centro di produzione delle risorse umane.
Passando da Peppa Pig alle trasmissioni di Marzullo, dalle Pussy Riot a Vittorio Sgarbi, da Angelica Liddell a Linsday Lohan, il protagonista di questo monologo arriverà a scoprire che solo dopo aver toccato il punto più basso della sua carriera potrà capire cosa significa davvero mettere in gioco se stesso. Facendo pensare, ma anche facendo ridere.

ACQUISTAREGALA

Fame-di-teatro-Fucina-culturale-machiavelli-kohlhaas-marco-baliani

venerdì 20 marzo, ore 21.00

Teatro di prosa

KOHLHAAS

con Marco Baliani

Kohlhaas è la storia di un sopruso che, non risolto attraverso le vie del diritto, genera una spirale di violenze sempre più incontrollabili, ma sempre in nome di un ideale di giustizia naturale e terrena, fino a che il conflitto generatore dell’intera vicenda, cos’è la giustizia e fino a che punto in nome della giustizia si può diventare giustizieri, non si risolve tragicamente lasciando intorno alla figura del protagonista una ambigua aura di possibile eroe del suo tempo.

Le domande morali che la vicenda solleva e lascia sospese, si trasformano in uno strumento per parlare degli anni ’70, per parlare di quei conflitti in cui la generazione del ’68, in nome di un superiore ideale di giustizia sociale, arrivò a insanguinare piazze e città.

ACQUISTAREGALA

Fame-di-teatro-Fucina-culturale-machiavelli-i-sommersi-e-i-salvati-primo-levi

giovedì 23 aprile, ore 21.00

Teatro di prosa

I SOMMERSI E I SALVATI

Fanny&Alexander

“I sommersi e i salvati” è la terza parte della trilogia ideata da Fanny&Alexander intitolata “Se questo è Levi”.

A tu per tu con Primo Levi, gli spettatori potranno interrogare lo scrittore affrontando assieme a lui il tema del giudizio, e l’interrogazione sulla necessità di una sospensione dell’odio a favore di una curiosità scientifica ed entomologica.
Andrea Argentieri compone un ritratto dello scrittore che si basa sulla vertigine di una domanda: quanto questa testimonianza è ancora urticante e capace di parlarci tramite la sensibilità di un attore che si lascia attraversare dai materiali originali a noi rimasti di quello scrittore? Se questo è Levi è un ritratto d’attore. È il tentativo di concretizzare l’esperienza del resoconto, a tu per tu con lo scrittore.

ACQUISTAREGALA

Fame-di-teatro-Fucina-culturale-machiavelli-cos'è-un-gap-ateliersi

venerdì 8 maggio, ore 21.00

Teatro di prosa

[gæp] COS’E’ UN GAP?

Ateliersi teatro

In [gæp] Cos’è un GAP? in tredicenne dei nostri giorni si mette in relazione con una serie di domande suscitate dall’incontro con Pin: il ragazzino monello e vagabondo, protagonista de “Il sentiero dei nidi di ragno”, primo romanzo di Italo Calvino, ambientato durante la Resistenza tra i partigiani delle montagne liguri.

Come ribellarsi alle oppressioni? Chi limita la nostra libertà? Chi sono gli eroi? Per cosa combattono?

Tra queste domande si muove il giovane protagonista, mettendosi in gioco in prima persona e arrivando a condurre una vera e propria “partita letteraria” con gli spettatori.

ACQUISTAREGALA