CANTIERI. In corso fra le piazze Indipendenza e Viviani una riqualificazione che modificherà un’ampia zona di città. E non solo nell’area verde
Giardini e vie pedonali alle ex Poste
Il piccolo parco sarà simile a un orto botanico, recintato con una cancellata e inaccessibile durante
la notte. Diminuiscono i posti auto. Percorsi di collegamento a piedi con le strade dello shopping
Il cantiere per la riqualificazione dei giardini di piazza Indipendenza FOTO MARCHIORI
In questi giorni è in corso la posa delle essenze arboree
I lavori fra piazza Viviani e piazza Indipendenza durano da mesi

Partito alcuni mesi fa dal perimetro dei giardini, il cantiere per i lavori di riqualificazione di piazza Indipendenza si è man mano esteso fin quasi a raggiungere piazzetta Navona, al di là della strada e proprio in fianco al Teatro Nuovo. I lavori di sistemazione dei giardini, che verranno delimitati da una cancellata metallica alta fino a un metro e mezzo e dotata di cancelli pedonali, è entrato in questi giorni nella sua fase clou. E oltre all’area verde e pedonale, mezzi e operai si sono fatti strada fin sul parcheggio di piazza Viviani dove si lavora per rifare una parte di pavimentazione e collegare così, anche visivamente, il sito a ridosso di piazzetta Pescheria con piazzetta Navona e le vie di maggior flusso turistico.A fronte di ciò, i posti auto sono nettamente diminuiti. Una prima fila di stalli era già stata sacrificata oltre un anno fa per fare posto al passaggio delle auto, deviato a causa dell’installazione della base della gru in azione dentro il Cortile del Tribunale dove è attivo un altro cantiere, quello per il restauro del Palazzo del Capitanio ad opera della Fondazione Cariverona. Altri posteggi, cinque o sei, sono stati momentaneamente rimossi lungo via Ponte Nuovo.E ora, da qualche giorno, un’altra porzione di parcheggio è stata tolta: quella a ridosso dell’ex palazzo delle Poste. Qui, entro la settimana, verrà completato l’attraversamento pedonale in cubetti di porfido che consentirà di dare continuità pedonale a tutta questa zona prima scollegata rispetto alle centralissime vie dello shopping. Conclusi i lavori, infatti, il percorso pedonale in pietra bianca della Lessinia, realizzato grazie all’allargamento del marciapiede davanti all’ex Palazzo delle Poste, consentirà il collegamento funzionale e visivo tra le due piazze.Le lavorazioni procedono secondo il programma previsto, fanno intanto sapere i tecnici di Palazzo Barbieri. Dentro i giardini, dove prima a farla da padrone era il ghiaino e qualche aiuola spesso utilizzata come area cani, è in corso la posa delle essenze arboree nelle aiuole delimitate lungo i vialetti pedonali. Le alberature ad alto fusto invece sono già state piantate. Il nuovo parchetto sarà simile a un orto botanico, sulla falsariga di quello che già c’era in passato proprio in questi spazi, dove si alterneranno aree verdi inaccessibili e camminamenti. Nei prossimi giorni, invece, sarà completata la posa dei nuovi pali dell’illuminazione pubblica mentre l’impianto di irrigazione è già stato ultimato. Ultimi ad arrivare saranno gli elementi di arredo urbano: da progetto ci saranno solo cestini e panchine. Il nuovo giardino recintato avrà orari di apertura e chiusura prestabiliti e durante la notte lo spazio sarà inaccessibile. Verrà inoltre installato un impianto di videosorveglianza collegato agli organi di vigilanza.Oltre i giardini, sta proseguendo la riqualificazione di piazza Viviani con l’allargamento del marciapiede davanti all’ex palazzo delle Poste, dove sono stati ricavati immobili residenziali di prestigio, che verrà pavimentato con lastre di pietra bianca di prun, in continuità con l’esistente. E ancora, a delimitazione del nuovo spazio, è stata realizzata un’aiuola verde che verrà piantumata con piccoli arbusti e alberature. Per l’intervento, finanziato dal Comune, sono stati stanziati circa 360mila euro. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Ilaria Noro

Note: cronaca pag 14