image
CENTRO MARANI. Oggi l’iniziativa promossa dall’Azienda ospedaliera.
In Italia i dipendenti da gioco d’azzardo problematici e patologici sono circa il 6% sull’80% di chi gioca occasionalmente, hanno un basso reddito e un terzo è costituito da donne. Ma la piaga di chi non riesce più a uscire dalla spirale psicologica e si indebita sta crescendo e coinvolgendo i giovani , complice la diffusione di giochi facilmente accessibili su Internet. Se ne parlerà nel convegno rivolto al personale sanitario e ai veronesi organizzato per oggi dalle 9 alle 17.30 dall’Azienda ospedaliera universitaria integrata su input del direttore sanitario Chiara Bovo al Centro Marani. Saranno affrontate le ludopatie a livello psicologico, neuropsichiatrico e farmacologico includendo la dipendenza dal web e la sindrome di hikikomori o isolamento sociale, circa 30.000 casi in Italia di cui, secondo il Punto Ascolto Disagio Scolastico Uat VII, 21 nel Veronese nel 2015-16. «Il gioco d’azzardo e la dipendenza dai giochi online non sono un fenomeno sommerso e riguardano oggi anche minori che arrivano a pagare con la carta di credito dei genitori», anticipa Viviana Olivieri, responsabile scientifico. «Coloro che si rivolgono ai video giochi o slot machines, in genere, iniziano a giocare da ragazzi e hanno una condizione socio-economica peggiore rispetto ai giocatori di roulette e ai giochi da casinò», aggiunge Fabio Lugoboni, responsabile della Medicina delle dipendenze. A rischio anche chi vive in una grande città e i single. «Tra le conseguenze più gravi drientrano violenza domestica, rottura di relazioni, abbandono della famiglia. Nei figli dei giocatori patologici sono comuni inoltre abuso di sostanze, delinquenza, depressione, suicidio e seri problemi psicologici e comportamentali», continua Lugoboni. La giornata formativa al Centro Marani offrirà un quadro esaustivo sulle ludopatie e le possibili risposte terapeutiche grazie a vari interventi, tra cui il neuropsichiatra Aoui Leonardo Zoccante e il farmacologo dell’Università di Verona Christian Chiamulera.

 NULL

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA -cronaca pag. 18

Data: 20/04/2017

Note: M.SOM.