Viale della Repubblica, in Borgo Trento, una delle strade coinvolte dagli stalli gialloblù e dai controlli

IL CASO. Dalla commissione consiliare sulla mobilità esce una proposta condivisa per il quartiere di Borgo Trento, invaso la sera e nei fine settimana da automobili
In tre vie cento spazi gialloblù al posto dei blu per favorire i residenti Controlli di vigili e Amt in tutta la zona per il rispetto delle tariffe
Più stalli gialloblù e controlli più severi su chi sosta senza pagare. Piccola rivoluzione in Borgo Trento contro la sosta selvaggia, in particolare la sera e nei fine settimana. Cioè quando il popoloso quartiere si trasforma anche in una grande area di sosta per quanti vanno in centro storico. Così, tanti residenti, pure dotati di permesso per la sosta della propria auto in strada, non trovano posto perché chi viene da fuori occupa posteggi. A breve, così, scatteranno due azioni messe in atto dall’Amministrazione comunale.In tre strade di Borgo Trento e cioè via Isonzo, via Tonale e viale della Repubblica fino al civico 18, complessivamente centro stalli blu di sosta a pagamento dalle 8 alle 20 dal lunedì al sabato, diventeranno gialloblù: quindi blu, a pagamento, dalle 8 alle 20, e gialli cioè con sosta gratuita dalle 20 alle 8 riservata ai residenti. È quanto ha deciso la commissione consiliare sulla politiche per la mobilità, presieduta da Matteo De Marzi (Battiti), facendo sintesi di due mozioni e di una proposta della Seconda circoscrizione (Borgo Trento, Valdonega, Avesa, Quinzano, Parona), proprio per risolvere un problema particolarmente sentito da abitanti del quartiere. La nuova disposizione, che sarà oggetto di una ordinanza del sindaco, entrerà in vigore a breve e riguarderà, appunto, il lato delle tre vie attualmente con gli stalli blu.«Più volte ci è stato segnalato che automobilisti provenienti da fuori quartiere sostano con l’auto, ma senza pagare il ticket, negli stalli blu dalle 19 o dalle 19.30, quindi poco prima della scadenza delle 20 dopo le quale la sosta sarebbe gratuita», dice De Marzi. «E questo oltre a non essere regolare danneggia i residenti che la sera rincasano e non trovano posto per parcheggiare l’auto fino al giorno dopo».C’è però un altro provvedimento affrontato dalla commissione del Consiglio comunale. Già dalla prossima settimana, «grazie all’Amt e all’Amministrazione comunale e in particolare all’assessore alla Polizia municipale, Daniele Polato», prosegue De Marzi, «saranno intensificati i controlli soprattutto in sette vie di Borgo Trento, tra cui le tre coinvolte dagli stalli gialloblù. Perché anche in queste ci sono tanti “furbetti” che nell’ultima mezz’ora della sosta negli stalli blu a pagamento non pagano, e poi lasciano l’auto fino a sera tardi, anche in questo caso danneggiando i residenti». Si tratta delle vie Todeschini, Risorgimento, Abba, Monte Pasubio, Generale Giardino, Tonale e di viale della Repubblica. «Abbiamo già notato che negli ultimi giorni il nuovo parcheggio Arsenale è più utilizzato ed è positivo», conclude De Marzi, «ma le nuove disposizioni vogliono dare un contributo ulteriore per rendere regolare e ordinata la sosta in Borgo Trento».

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 17

Data: 14/12/2018

Note: Enrico Giardini