Via Ca' di Cozzi

ATTENTI AI DISAGI. Viale Piave, piazzale Scuro e Ca’ di Cozzi: gli interventi al via già da domani
Partita chiusa sulle vie Dolomiti e Marmolada, arriva il nuovo asfalto Amt: «Pronti per via Città di Nimes, sarà lo snodo dell’intero progetto»
Previsti disagi diffusi. Rubando il gergo ai bollettini meteo la settimana che comincia sarà segnata da una serie di cantieri per la realizzazione della nuova rete filoviaria.VIALE PIAVE. Da domani riprenderanno, per una durata prevista di tre settimane, le operazioni per realizzare i plinti di sostegno ai pali di trazione in viale Piave e del Lavoro, nel tratto di fronte alla Fiera, fra le vie Dell’Agricoltura e Scopoli. Verranno spostati, contestualmente, i sottoservizi che interferiscono con il percorso della filovia. La cattiva notizia per gli automobilisti sta nella riduzione della carreggiata a una sola corsia su viale del Lavoro in direzione del centro città.BORGO ROMA. Medesimo intervento anche in piazzale Scuro. Da domani riprenderanno infatti gli interventi per realizzare le infrastrutture della nuova linea filoviaria. I disagio dovrebbero rivelarsi minori, limitati a una decina di giorni e con «minime deviazioni», secondo i programmi di Amt, del traffico veicolare, in particolare su via Bengasi.CA’ DI COZZI. Disagi in vista anche in un’altra zona sensibile della città. Da domani infatti i cantieri della filovia saranno aperti anche (sempre per realizzare le fondazioni dei tralicci per la trazione) in prossimità dell’intersezione tra via Ca’ di Cozzi e viale Caduti del Lavoro. I riflessi sul traffico veicolare: non sarà possibile svoltare a destra verso il centro città e il transito sarà consentito ai soli residenti frontisti, oltre che, ovviamente, ai mezzi di pronto intervento e soccorso. Limitati anch’essi, però, «ai soli autoveicoli e transitando», spiega una nota diramata da Amt, «sulla carreggiata che da Viale Caduti del Lavoro svolta a destra costeggiando il retro del supermercato». Il dubbio dei residenti è conseguente: «Passerà, in un malaugurato caso, un mezzo con autoscala dei Vigili del fuoco?». Dita incrociate per una decina di giorni, durata prevista del cantiere.AMT. «Dopo le piogge record dell’ultimo mese», spiega il presidente di Amt, Francesco Barini, «riprendono a pieno ritmo le attività di cantiere. Nelle prossime settimane, meteo permettendo, sono previste le asfaltature in via Dolomiti e via Marmolada e, seppur in lieve ritardo rispetto alle previsioni iniziali, si avvicina la chiusura dei cantieri. Devo ringraziare i cittadini di San Michele e Madonna di Campagna per la pazienza con cui hanno sopportato gli inevitabili disagi che la realizzazione di una grande opera come la filovia comporta». Pronti i cantieri intanto anche per l’intervento su via Città di Nimes, con il collegamento dei sottopassi e il relativo nuovo scorrimento in superficie. «Un intervento non legato strettamente alla filovia», ammette Barini, «ma ne è il cuore dell’opera». Su quello snodo ed altri, tra disagi previsti, si gioca il Risiko della filovia.

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 10

Data: 1/12/2019

Note: P.M.