VERDE IN CITTÀ. Doppio intervento grazie al sostegno finanziario di Air Dolomiti e del Lions Club Cangrande di Verona
Il parco di Castel San Pietro attrezzato per giochi e sport
Riqualificazione ed eliminazione delle barriere architettoniche in tempi brevi anche per il giardino antistante la Tomba di Giulietta Doppio intervento nel verde. Il parco di Castel San Pietro, accessibile all’altezza della fermata intermedia della funicolare, diventerà un’area per giochi e sport. E un intervento di riqualificazione, inclusa l’eliminazione delle barriere architettoniche, sarà realizzato anche nel giardino antistante la Tomba di Giulietta e il Museo degli affreschi.A rendere possibile il riordino, sancito dalle delibere di Giunta, sono due donazioni: di 50mila euro per la sistemazione nella zona collinare, da parte di Air Dolomiti; e di cinquemila da parte del Lions Club Verona Cangrande per una delle mete turistiche veronesi più visitate.«Si tratta di due interventi importanti, di cui va reso merito alla sensibilità degli sponsor, una collaborazione che già in avvio di amministrazione avevamo individuato come possibile canale di sostegno e che in questo caso si concretizza», illustra l’assessore alle Strade e giardini, Marco Padovani. I tempi realizzazione seguono la complessità degli interventi: un mese e mezzo circa per la riqualificazione dell’area verde alla Tomba di Giulietta «per cui c’è anche il benestare della Soprintendenza per l’eliminazione delle barriere che oggi impediscono l’accesso ai disabili».Potrebbe invece divenire realtà entro l’anno il nuovo parco a Castel San Pietro: «Un’opera fortemente richiesta anche dai residenti della zona, uno spazio destinato allo svago dei bambini e allo sport, con una sorta di “percorso della salute” in un’area in cui, con la riapertura della funicolare, anche l’afflusso turistico è significativamente aumentato», commenta l’assessore Padovani. «Air Dolomiti ha dimostrato di credere in questo progetto mentre il Lions Cangrande ha preso a cuore il decoro di uno degli spazi più simbolici di Verona: un bel segnale, da parte di entrambi, che merita un grazie da parte della città».

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 23

Data: 7/03/2018

Note: Paolo Mozzo