Carlo Veronesi, 35 anni, prete e radiogiornalista, legge L’Arena all’edicola IP Group di piazza Vittorio Veneto in Borgo Trento e commenta le notizie del giorno.

-Rischio terrorismo: Bra blindata ed eventi delocalizzati in altre piazze del centro e nei quartieri. . Gli operatori della sicurezza sanno meglio di noi cosa è opportuno fare. Questa è comunque solo una parte della lotta al terrorismo: altre sono il lavoro di intelligence e il dialogo con il mondo islamico.

-Emergono i dettagli sull’omicidio nel B&B di Borgo Roma: l’uomo sarebbe stato ucciso per una sigaretta negata… Manca sempre più spesso l’uso della ragione in determinati momenti. Si tratta di malesseri personali e mancanza di controllo che sfociano in tragedie.

-Internet e pedofilia: una tredicenne ha contribuito a far smascherare una rete di pedofili anche grazie ai sui genitori.È stata brava a reagire. L’uso di internet da parte delle nuove generazioni però è potenzialmente molto pericoloso, serve una maggiore educazione da parte di scuola e famiglie.

Daspo a chi insulta o aggredisce gli autisti dell’Atv: la proposta arriva da un consigliere provinciale della Lega. Condivide? Gli strumenti per contrastare il fenomeno li abbiamo già, sarebbe sufficiente applicarli.

-Vaccinazioni obbligatorie: è scattata anche in città la corsa alle prenotazioni prima dell’avvio delle scuole.I vaccini sono necessari per la tutela della salute a livello sociale, oltre che personale. Più che sulla costrizione, però, avrei puntato su informazione e sensibilizzazione. Sono favorevole al dialogo, con consapevolezza.

Tratto da: arena-cronaca - pag.17

Data: 3/09/2017

Note: I.N.