Quartiere

Arsenale, via libera al bando: la gara durerà solo due mesi

L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA 13/04/2017 "Cronaca" Da pag. 18 E.G.

L'EX CASERMA. La proposta per il recupero
Il sindaco: «Aggiudicata entro il 25 giugno». E intanto salta il Consiglio

Via libera al bando di project financing per la riqualificazione, riconversione e gestione dell'ex Arsenale, di proprietà del Comune. La Giunta comunale ha deliberato la gara per la presentazione la proposta di recupero. Lo ha annunciato il sindaco Flavio Tosi, all'uscita della Giunta, poco prima del Consiglio comunale che, fra l'altro, all'ordine del giorno aveva la discussione e la votazione sulla mozione, presentata dal capogruppo di Verona Piazza pulita, Michele Bertucco, che chiedeva di sospendere il bando di gara, ritenendo il «project financing svantaggioso, incompleto e rischioso», aveva detto Bertucco. Ieri, però, alle 18.01, il presidente del Consiglio comunale Luca Zanotto, vista la mancanza del numero legale (12 i consiglieri presenti) ha dichiarato deserta la seduta.Poco prima, illustrando il via libera da parte della Giunta, il sindaco Tosi ha illustrato i tempi tecnici del bando. «Dopo la pubblicazione del bando all'Albo pretorio del Comune», dice il primo cittadino, «ci sarà tempo 35 giorni per presentare offerte alternative a quella del promotore, Italiana Costruzioni. Scaduti i 35 giorni», fa notare, «se non ci saranno altre offerte, la gara sarà aggiudicata in tempi rapidi, presumibilmente entro il 25 giugno. In caso contrario ci sarà una fase di confronto tra più offerte, con più soggetti interessati al recupero dell'Arsenale. In ogni caso, sarà un risultato positivo».Il project dell'Arsenale, lo ricordiamo, è di 45 milioni 100mila euro, con un contributo comunale di 14,8 milioni. La proposta del promotore, Italiana Costruzioni, prevede nella palazzina di comando spazi per mostre ed eventi speciali e un auditorium e cinque sale per congressi, un'area bookshop, una caffetteria e un ristorante. Nel resto del complesso sono previsti ulteriori spazi per esposizioni, nella corte centrale in cui verrebbe installata una struttura trasparente, con sostegni metallici, e poi un parco pubblico, una scuola, e ulteriori locali e spazi per attività culturali e di svago. La durata della concessione per l'intero complesso, che verrebbe poi gestito dal vincitore stesso del project financing, sarà di 50 anni. Il progetto prevede che il Comune sborsi ulteriore soldi, come canone annuale, per la gestione di spazi stessi© RIPRODUZIONE RISERVATA.E.G.

 

Solo gli utenti loggati possono inviare commenti. registrati/log in



Il sito è promosso dall'Associazione "Abitare Borgo Trento"- onlus ed è sostenuto - come progetto di solidarietà locale - dal Centro Servizi di Volontariato (CSV) di Verona.

Alcune immagini sono tratte da internet, se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'amministratore che provvederà alla loro rimozione.
I contenuti vengono aggiornati senza alcuna periodicità. Questo sito non va dunque considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

facebook

Cookie Policy - Privacy Policy
12 Novembre 2009 BORGO TRENTO - Verona