Quartieri limitrofi

Funicolare, slitta l'apertura pasquale

L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA -cronaca pag. 11- estratto 14/04/2017 Enrico Giardini

LA CITTÀ CHE CAMBIA. Dopo numerosi rinvii, l'inaugurazione dell'ascensore da Santo Stefano a Castel San Pietro era stata ipotizzata in questi giorni. Ma interviene l'Ustif
......

Funiculì funiculà...si va sempre più in là. Doveva essere nel settembre scorso. Poi a fine 2016. Quindi a Pasqua, che cade domenica. Ora, se va bene, a fine maggio......Prima ritrovamenti archeologici, sia preistorici che di epoca romana. Poi di una cantina, sotto il tragitto, il che avrebbe potuto provocare cedimenti. .....

Sono una ventina i problemi di natura tecnica e amministrativa rilevati da addetti dell'Ustif, vale a dire l'ufficio speciale trasporti e impianti fissi, durante la seconda fase di collaudo dell'impianto......

Negli anni scorsi, a Verona, dovendo ottenere tutte le garanzie del corretto funzionamento per autorizzarne la messa in funzione, ha tenuto fermi due anni e mezzo gli ascensori nei pressi del parcheggio Centro, all'ex Gasometro. Ora è «sub judice» anche la funicolare verso Castel San Pietro - 159 metri la percorrenza; dislivello di 56, con biglietto - costruita dall'impresa altoatesina Leitner, pagata con sei milioni dalla Fondazione Cariverona. Di proprietà del Comune e affidata per la gestione all'Agec.«Purtroppo in occasione del sopralluogo sono stati indicati dall'Ente collaudatore alcuni aggiustamenti di natura tecnica e amministrativa che, seppure marginali, richiedono la necessaria tempistica per la loro definitiva risoluzione», dice l'assessore ai lavori pubblici Edoardo Lana, d'intesa con il responsabile dell'opera per Cariverona. «A ciò si deve poi aggiungere la necessità di procedere a un'ulteriore visita di collaudo con prova di soccorso, attivata secondo le procedure del piano di emergenza e con il personale allo scopo formato».Ci sono dunque da svolgere alcune modifiche, alcune delle quali spettano a Leitner, altre ad Agec e al Comune, altre a Cariverona, presenti al collaudo con l'Ustif che comunque, per quanto riguarda il mezzo, ha dato esito positivo. Si va da un nuovo accesso frontale alla sala macchine, all'affissione di etichette con scritte di servizio, alla necessità di dotare le stazioni di percorsi tattili per non vedenti o ipovedenti, alla sostituzione di interruttori. Ma ci sono anche altre prescrizioni, come quella di dotare di tende la stazione di valle - cioè la vecchia funicolare, a Santo Stefano, poi Teatro Laboratorio, ora ristrutturata - per evitare che l'agente seduto nella postazione di controllo sia abbagliato dal sole.

........ 

«si ritiene che l'apertura al pubblico dell'impianto possa avvenire per la fine di maggio». Lana aggiunge: «Spiace per lo slittamento della data, ma considerando che una funicolare è un'opera complessa e che ci sono state numerose pause impreviste dei lavori a causa dei ritrovamenti di reperti e di manufatti, è comunque un successo». 

 

Solo gli utenti loggati possono inviare commenti. registrati/log in



Il sito è promosso dall'Associazione "Abitare Borgo Trento"- onlus ed è sostenuto - come progetto di solidarietà locale - dal Centro Servizi di Volontariato (CSV) di Verona.

Alcune immagini sono tratte da internet, se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'amministratore che provvederà alla loro rimozione.
I contenuti vengono aggiornati senza alcuna periodicità. Questo sito non va dunque considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

facebook

Cookie Policy - Privacy Policy
12 Novembre 2009 BORGO TRENTO - Verona