Un'infermiera assiste una donna: a Montecchia servizi alla persona

MONTECCHIA. Un sostegno solidale ai cittadini più fragili: è la rete di professionisti che si è messa a disposizione in questo momento di emergenza. Tutti i numeri utili

Tra i nuovi servizi alla persona del Comune ci sono anche due psicologhe e un massofisioterapista Per chi vive solo e non può contare sui familiari

Medici di base che fanno le consegne delle ricette rosse in farmacia, un’infermiera che si mette a disposizione per prestazioni a domicilio, un massofisioterapista pronto ad arrivare a casa e ora anche due psicologhe per il supporto psicologico telefonico. Sono i servizi alla persona che il comune di Montecchia di Crosara, grazie a una rete di collaborazioni, ha messo in campo per affrontare i disagi conseguenti alle limitazioni imposte per il contenimento della diffusione del Coronavirus. Le ultime professioniste che si sono messe a disposizione sono le psicologhe Martina Gamba (che risponderà al numero 340.7228160 il mercoledì dalle 8.30 alle 12.30) e Michela Facchi (che sarà disponibile il giovedì dalle 9 alle 13 chiamando il numero 340.2234165). Per tutti gli altri servizi il numero da tenere sotto mano è lo 045.7450038 oppure il 345.6116779. A coordinare i servizi è l’assessore alla salute Cesarino Dal Cero, che è anche uno dei tre medici di medicina generale del paese: con i colleghi, e grazie alla collaborazione della farmacia dell’ex sindaco Edoardo Pallaro, ha lanciato un servizio che consente di ritirare direttamente in farmacia le ricette che non vengono trasmesse via web o a chilometro zero. Si tratta delle ricette rosse e di quelle bianche che non possono essere inviate via mail, se l’assistito non possiede un indirizzo di posta elettronica. Ci pensa allora, su richiesta dell’assistito, il medico di base che consegna la ricetta direttamente alla farmacia: quest’ultima si è resa anche disponibile ad avvisare l’interessato. Il servizio è previsto per chi vive solo, per chi non può contare su una rete di familiari o conoscenti che possa occuparsene e per chi, più in generale, ne abbia necessità. Da questo servizio, e alla luce dell’evolversi delle restrizioni, potrebbe derivare anche l’attivazione di un servizio di consegna a domicilio dei farmaci. La solidarietà, però, non si ferma qui e a Montecchia: due professionisti, cioè l’infermiera Silvia Trestini e il massofisioterapista Davide Trevisan (che è anche consigliere comunale delegato alla protezione civile) si mettono a disposizione gratuitamente di persone che abbiano necessità di prestazioni infermieristiche o di massofisioterapia non intensiva direttamente a domicilio. «L’ottica è quella di un sostegno solidale ai cittadini più fragili», spiega il sindaco Dal Cero, «che passa anche dal vademecum che le psicologhe hanno voluto mettere a disposizione e che abbiamo condiviso sulla nostra pagina Facebook Uniti per Montecchia».

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 21

Data: 30/03/2020

Note: Paola Dalli Cani