image

Oltre a piazzetta Mura di Gallieno, per chi vuole vedere alcune pietre di questa cinta muraria di 1750 anni fa, si deve recare in vicolo Guasto, che da porta Borsari conduce in via Mazzini all’altezza delle Campane. Sul lato destro sono visibili notevoli resti delle mura romane di Gallieno. Sarebbe invece, del quinto secolo dopo Cristo la postierla tardoromana o altomediovale aperta nella cinta all’altezza di Corte Farina che consente di accedere a via Cantore. Questa breccia è stata riaperta al passaggio pedonale da una trentina di anni, dopo che sono stati compiuti numerosi restauri sugli edifici danneggiati gravemente dai bombardamenti aerei dell’ultimo conflitto. Le ultime ricerche archeologiche hanno messo in luce, al di là delle mura restaurate da Gallieno, puntoni triangolari di difesa. Gli storici li ipotizzano aggiunti per l’invasione di Attila nel 452 o per l’arroccamento di Odoacre all’avanzata di Teodorico. E.CER.

 NULL

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA

Data: 5/12/2015

Note: CRONACA – Pagina 23