CARO ESTINTO. Nota a tutte le ditte di onoranze funebri da parte dell’Azienda sanitaria

Gli impresari ora avranno solo 45 minuti di tempo per sistemare i defunti. «Poco. Non restano neppure i momenti di raccoglimento».
L’argomento non è certo allegro, ma tocca tutti, perchè prima o poi a ciascuno di noi capita di subire la perdita di un congiunto. La notizia è di questi giorni: negli ospedali di Verona le salme non saranno più vestite dal personale dell’ospedale, come è sempre stato, bensì dagli operatori delle pompe funebri (ovviamente il costo che prima era a carico della struttura finirà a carico dei parenti).E in un’epoca in cui tutti andiamo di fretta, di fretta dev’essere pure vestita la salma del nostro estinto: le onoranze hanno quarantacinque minuti di tempo per fare tutto e le salme saranno messe a disposizione dei parenti due ore prima della chiusura della bara.L’azienda, parrebbe dopo essersi confrontata solo con l’Agec, ha inviato la nota a tutti gli impresari di pompe funebri del nostro territorio. «Si comunica che dal giorno 8 luglio 2019 all’ospedale di Borgo Roma e dal 29 luglio 2019 anche all’ospedale di Borgo Trento le ditte di onoranze funebri incaricate delle esequie dovranno provvedere autonomamente alla vestizione delle salme in custodia nei locali delle celle salme dell’azienda ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, deceduti in ospedale e deceduti sul territorio trasportati successivamente in ospedale. Al fine di uniformare l’organizzazione e i comportamenti sono stati predisposti i documenti che si inoltrano in allegato, a cui si chiede di attenersi: regolamento per la vestizione della salma da parte delle ditte di onoranze funebri presso i locali delle celle salme dell’Azienda ospedaliera Universitaria Integrata di Verona; prospetto delle partenze effettuabili dalla cella salme dell’Ospedale di Borgo Trento e dall’Ospedale di Borgo Roma; tavola descrittiva dell’organizzazione oraria delle vestizioni, partenze. L’organizzazione descritta negli allegati è stata condivisa con Agec-Polizia mortuaria che ha anche fornito alla scrivente direzione l’elenco degli indirizzi email di codeste ditte. Si comunica che tutta la documentazione allegata è consultabile e stampabile anche tramite portale aziendale al seguente indirizzo https://www.aovr.veneto.it/defunti-onoranze-funebri. Le eventuali revisioni della stessa documentazione verranno pubblicate direttamente sul sito aziendale, per cui si chiede una verifica dei contenuti delle pagine citate per mantenere costante l’allineamento con l’organizzazione corrente. Si resta a disposizione per eventuali chiarimenti e si porgono distinti saluti».Ma la nota ha suscitato una sollevazione di proteste da parte degli impresari che hanno già chiesto un incontro all’Azienda evidenziando che lavorare secondo quanto predisposto nella mail è impossibile. Per una serie di cose assolutamente pratiche, come per esempio il poco tempo a disposizione per rendere una salma presentabile, e il rischio che viste le tabelle con gli orari di partenza dalle sale di saluto, c’è il rischio che non sia possibile riuscire a lasciare un margine di preghiera per i parenti all’ultima visita terrena.

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 19

Data: 13/06/2019

Note: Alessandra Vaccari