Si cominciano a preparare i plateatici

PROVVEDIMENTI VIABILISTICI. Ordinanza sindacale per agevolare le attività economiche e i residenti del centro storico
Prorogato anche l’orario ampliato della Ztl, fino al 24 Si tornerà a pagare il ticket da lunedì prossimo 25 maggio
Un’altra settimana, quella entrante, di sosta gratuita negli stalli blu e anche in quelli bianchi a disco orario. E pure fino a domenica prossima compresa, 24 maggio, restano ampliate le fasce orarie per l’accesso alla Zona a traffico limitato, in centro storico, per chi non il permesso di accesso illimitato dell’automobile. In pratica, da lunedì 25 si ricomincerà a pagare la sosta. È quanto ha stabilito l’Amministrazione comunale, per agevolare le attività economiche – e dopo lo stop dei mesi dell’emergenza coronavirus domani saranno riaperti negozi, bar e ristoranti – e i residenti.Fino a domenica prossima compresa, 24 maggio, sarà dunque consentito parcheggiare gratis sugli stalli blu della città e senza limiti di orario sugli stalli bianchi, anche nelle zone a “disco orario”. Rimarrà in vigore fino al 24 maggio anche l’ordinanza che consente l’accesso alla Zona a traffico del centro storico. In aggiunta alle finestre orarie già vigenti, si potrà transitare all’interno della Ztl, ogni giorno della settimana, anche dalle 13.30 alle 14.30 e dalle 16 alle 22. Va ricordato infatti che normalmente la fascia di libero accesso alla Ztl al mattino, dal lunedì al venerdì, è dalle 10 alle 13.30, e che la fascia pomeridiana è dalle 16 alle 18 (dalle 20 alle 23 soltanto su prenotazione).«Abbiamo prorogato le misure per avere dati ulteriori sull’efficacia», dice il sindaco Federico Sboarina. «Da domani, lunedì, riaprono infatti negozi, bar e ristoranti, quindi un’altra settimana di sperimentazione ci consente di avere una visione generale e non a spot di ciò che è vantaggioso per la nostra città». In pratica Palazzo Barbieri dà una sorta di “settimana cuscinetto” agli automobilisti, che coincide con la riapertura di negozi, bar e ristoranti dopo un lungo periodo di chiusura.Chiaro che le casse del Comune – che dall’emergenza Covid-19 ha avuto un danno generale di almeno 50 milioni – hanno sofferto, in questi mesi. E si stima tra l’altro che i mancati introiti dal piano della sosta (gestito da Amt che poi dà i soldi al Comune) per un paio di mesi con gli stalli gratuiti, a cui si erano aggiunte gratuità nel parcheggio Centro e in quello del Tribunale, sia di circa trecentomila euro. Senza contare che gli accertatori di sosta non hanno lavorato e quindi non sono entrati nelle casse del Comune soldi per eventuali multe (quelle per la Ztl invece sono gestite direttamente dalla Polizia locale, con le telecamere).Contemporaneamente, come conferma il sindaco Sboarina, l’Amministrazione attraverso vari assessorati sta definendo il progetto di ampliamento dei plateatici di bar e ristoranti, come L’Arena ha riferito nei giorni scorsi. «L’obiettivo è ampliarli, dove possibile, per dare concreto sostegno agli esercizi commerciali della città, che hanno subito l’impatto devastante dell’emergenza. Allo stesso tempo plateatici più grandi favoriranno il rispetto delle distanze e la sicurezza dei clienti». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 12

Data: 17/05/2020

Note: Enrico Giardini