image

QUARTIERE. Una giornata di cultura e svago. E dalle 21 si può ballare.

Stamattina si può ammirare l’interno della rondella delle Boccare, stasera a tavola l’ospite è Cunego.

Valdonega, si scopre la rondella della Boccare e a cena c’è Cunego.«Vivaldonega», la festa di quartiere voluta dagli assessorati al Tempo Libero e allo Sport in collaborazione con il gruppo Alpini e la polisportiva Nievo, entra nel vivo con una ricca agenda di appuntamenti culturali, sportivi e musicali. Questa mattina alle 10.45, si inizia con la visita guidata al comprensorio difensivo eretto nel XVI secolo con ritrovo alle 10.30 al parco giochi. A ripercorrere la storia della rondella delle Boccare e della vicina batteria di scarpa, un’opera asburgica di Franz von Scholl, sarà Maurizio D’Alessandro.É ritenuto il più spettacolare tra gli otto torrioni costruiti dalla Repubblica Veneta tra la fine dell’occupazione imperiale e la costruzione dei bastioni con pianta pentagonale. Il luogo solitamente è chiuso al pubblico e il percorso di visita non presenta particolari difficoltà.«É uno straordinario patrimonio artistico-archeologico», ! commenta l’assessore Alberto Bozza, «che abbiamo iniziato a valorizzare e far conoscere sin dalla prima edizione della “Vivaldonega”, anche con la programmazione di un concerto. Nel 2011-2012 era stato creato un progetto di riqualificazione che chiederò di riprendere, perché le “Boccare” potrebbero diventare un luogo straordinario per il quartiere e l’intera città dove organizzare importanti eventi. É mia intenzione sensibilizzare anche il soprintendete e invitarlo con il sindaco ad una visita».Si prosegue a mezzogiorno con un aperitivo al parco giochi, mentre dalle 15 i protagonisti saranno i bambini con «Valdonegaland». Dalle 17 spazio ai collezionisti con una mini esposizione e a cena l’appuntamento è tutto sportivo con Damiano Cunego, neo residente nel quartiere. «É uno sportivo d’eccellenza», dice Bozza. «Un ragazzo dai sani valori e semplice. Un ciclista che con passione, sacrifico e determinazione si dedica ad una tra le discipline sportive più difficil! i e faticose».La serata prosegue alle 20.30 con la Baby Dance! e alle 21 con lo spettacolo di danze popolari animato con il Gruppo Tamzarà.oM.CERP.

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA

Data: 27/09/2015

Note: CRONACA – Pagina 19