Maschere e antiquariato al mercatino di San Zeno 

Un’edizione speciale del mercatino si terrà in occasione delle giornate del carnevale

San Zeno, l’antiquariato fermato dalla pioggia: solo una cinquantina di banchi a Verona Antiquaria. Molte le assenze nell’edizione di ieri. A mezzogiorno, in piazza San Zeno c’erano solo un terzo delle abituali bancarelle.Un numero davvero ridotto. Quando, invece, a presentarsi all’apertura del mercato erano stati circa 150 espositori. «Confidavano nella fine della pioggia. Come da previsioni meteo», commenta Pier Nicola Fazzini di Retrobottega, l’associazione culturale che con il Comune organizza ogni prima domenica del mese la manifestazione. «La pioggia, invece, è continuata incessante e la maggior parte degli espositori ha preferito abbandonare il mercato. Molti erano reduci da altri mercati con altrettanta pioggia. A questi se ne aggiungono ancora impossibilitati ad essere presenti perché colpiti dall’influenza». La formula del mercato, infatti, prevede che gli espositori al loro arrivo hanno un posto preventivamente assegnato che possono confermare o meno. Se lasciano non pagano l’occupazione del suolo.La pioggia ha fermato anche la musica dal vivo in piazza San Zeno mentre si è svolta regolarmente la lettura delle fiabe all’interno del Ristorante Al Calmiere. Il rilancio, quindi, è per il prossimo mese quando il mercato assumerà una veste del tutto inedita: sarà in concomitanza con il Villaggio del Carnevale. «Sarà un’edizione interamente legata al Carnevale», annuncia Fazzini. «Il mercato si troverà a convivere con il Villaggio del Carnevale dove ci saranno anche stands gastronomici. Stiamo preparando un programma collaterale con musica e molto altro. Questa unione apre a nuove opportunità e potrebbe essere replicata con il Vinitaly. Potrebbero esserci degustazioni “vintage”». Il maltempo ripropone le passate proposte di coprire parte del mercato. Un progetto percorreva la possibilità di una struttura in piazza Corrubbio. Ma non si andò oltre un disegno. Sembra più uno scherzo, invece, l’idea di portare in caso di maltempo il mercato, o una sua parte, all’interno del parcheggio interrato oggi chiuso. «Se fosse offerto, perché no?», dice Fazzini. «Il problema è far entrare alcuni furgoni per le loro altezze. Potrebbe essere “limitante” per gli espositori e occorre trovare un compromesso. Ma, potrebbe essere una bella idea. Non c’è, comunque, alcun segnale in questo senso. Ancora meglio sarebbe una copertura temporanea da utilizzare quando piove in piazza San Zeno. Ma, rimane una “fantasia”».

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 11

Data: 4/02/2019

Note: M.C. - foto Marchiori