image
ELISOCCORSO. L’Enac ha imposto la sostituzione delle reti di sicurezza orizzontali, si sistema anche la segnaletica.
Verranno impiantate alte gru per costruire nuovi padiglioni quindi si dovrà atterrare con manovre diverse da prima.

 

Pista di atterraggio chiusa per manutenzione. Gli elicotteri di Verona Emergenza fino al 17 agosto non potranno atterrare sull’elipista del Confortini.
«Si tratta di una manutenzione ordinaria, prevista anche dalle disposizioni sulla sicurezza di volo», spiega Sandro Caffi, direttore generale dell’Azienda ospedaliera, «dobbiamo sostituire le reti di protezione perimetrale, che abbiamo già provveduto a mettere in acciaio inossidabile perchè siano meno deteriorabili», dice.
Infatti l’elisuperficie ha delle reti attorno, orizzontali che servono se qualcuno scivolasse di sotto. Sono reti, come dire, di contenimento, se qualcuno dovesse cadere, resterebbe «impigliato» lì. Reti a sicurezza degli operatori e anche dei pazienti.
«Avremmo voluto prorogare e far fare questi lavori in un periodo con meno voli giornalieri, d’estate infatti l’attività dell’elicottero è maggiore», dice Aldo Foschini, coordinatore delle professioni ! sanitarie, «e avevamo chiesto una proroga all’Enac, ma non ci è stata concessa, quindi per una decina di giorni useremo l’elisuperficie di lungadige Attiraglio, poi l’ambulanza percorrerà il chilometro che la separa dalla pista all’ospedale».
Per una decina di giorni quindi gli elicotteri atterreranno nella base di lungadige Attiraglio e le ambulanze andranno a recuperare i pazienti. Gli elicotteri dell’Emergenza di Trento e Brescia che invece sono più grandi continueranno ad atterrare a Boscomantico.
«Si tratta di una manutenzione periodica, il disagio sarà per una decina di giorni e non di più», ha detto il direttore di Verona Emergenza Alberto Schonsberg, «e comunque il servizio ai pazienti è garantito». Verrà inoltre riposizionata la scritta «H», che serve per l’orientamento del pilota. A breve infatti comiceranno i lavori per lo ospedale della Donna e del bambino, l’ex maternità e dovranno essere posizionate del gru molto alte. Quindi gli elic! otteri dovranno atterrare con una direzione diversa, ma sempre! provenendo dal lato Adige.A.V. 

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA

Data: 9/08/2014

Note: CRONACA – Pagina 21