image

LUIGI ALTAMURA.

Il comandante dalla polizia municipale Luigi Altamura non nasconde la propria amarezza di fronte all´ultimo incidente in cui ha perso la vita una persona che stava attraversando sulle strisce pedonale.

 

 

Comandante Altamura, si fa abbastanza per prevenire queste tragedie?
«C´è ancora troppa disattenzione, purtroppo non esiste una cultura del rispetto per i pedoni, come in altri Paesi europei. Evidentemente non basta l´inasprimento delle sanzioni, in vigore dall´agosto del 2010, che prevedono la sottrazione di otto punti della patente e una multa di 150 euro per chi non rispetta l´obbligo di dare la precedenza a chi attraversa, o si accinge a farlo. Siamo spesso accusati di fare solo multe, ma sul versante della tutela dei pedoni siamo da sempre in prima linea, anche attraverso una campagna di informazione e di sensibilizzazione nei confronti degli automobilisti e dei pedoni. Spesso, infatti, gli incidenti son! o frutto di disattenzione anche da parte di chi attraversa, pensiamo per esempio alla distrazione causata dai telefonini».
La signora investita a Porta Vescovo è la quarta persona ad aver perso la vita, dall´inizio dell´anno, in circostanze analoghe.
«Lo ripeto, i pedoni sono poco tutelati e spesso considerati con fastidio. E la cosa più preoccupante è che, nonostante tutte le campagne di prevenzione, sono aumentati i pedoni rimasti coinvolti in incidenti stradali. Dall´inizio dell´anno ne abbiamo contati 193, lo stesso numero che si era registrato in tutto il 2010. E rispetto allo stesso periodo del 2010 è aumentato anche il numero dei feriti gravi».

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA

Data: 1/12/2011

Note: CRONACA – Pagina 8