LA GIORNATA «ECOLOGICA». Conto alla rovescia per la prima delle sei domeniche senza motori

Oggi appello di gruppi e associazioni a comportamenti virtuosi
Borgo Roma: c’è il piano del Comune per evitare ingorghi e caos.

Conto alla rovescia, ma non senza polemiche, per la prima domenica del Mobility Day 2017/2018. Cioè le giornate di sensibilizzazione alla mobilità sostenibile in cui sarà vietata la circolazione di auto e moto in una sorta di Zona a traffico limitata allargata. Quindi, oltre alla parte di città interna all’ansa dell’Adige, anche a quella delimitata da Porta Nuova, Porta Palio e Porta San Zeno, ma con possibilità di raggiungere parcheggi, come quello Arena e Cittadella e in piazza Corrubbio.In previsione di questa domenica, 3 dicembre – la prima di sei dell’iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale – oggi in municipio associazioni e gruppi illustreranno iniziative a favore dell’utilizzo di autobus e bus navetta, della bicicletta o di spostamenti a piedi, dalle 10 alle 19. Va anche ricordato che, tra le deroghe a varie tipologie di mezzi, è stato confermato nell’ordinanza sindacale che i residenti dentro la zona in cui sono previsti i divieti potranno circolare.A fronte di queste iniziative però c’è chi contesta questo Mobility Day. È la Lista Tosi, in particolare, con i consiglieri comunali Flavio Tosi e Alberto Bozza, e con quelli della Prima circoscrizione Centro storico Giuliana Marconcini, Luisa Sartori (commissione sicurezza) e Carlotta Pizzighella (turismo). «Siamo contrari da sempre alle domeniche senz’auto e quanto eravamo in Amministrazione non le abbiamo organizzate, a parte il giorno della maratona, perché non servono a nulla», spiega lo stesso Tosi, «visto che l’inquinamento atmosferico e da polveri dipende in parte minore dagli scarichi delle auto, ma soprattutto dal riscaldamento, e poi dal fatto che Verona è nella pianura padana, che ha tutta lo stesso problema. Detto questo, chiudere soltanto la zona dentro le mura, in pratica il 10 per cento della città, non ha senso. A quel punto, se si fa questa iniziativa, va chiusa l’intera città ad auto e moto».Secondo Tosi, «questa non è una domenica ecologica, ma soltanto un allargamento della Ztl, che tra l’altro, visto che ci sono anche i mercatini di Natale, renderà ancora più intasata la città». Secondo Bozza, tra l’altro, «in questo modo oltretutto si creerà un grave problema di mobilità e di ricerca di parcheggio nei quartieri limitrofi al centro storico e in particolare in Borgo Trento, che già normalmente soffrono il fatto di avere la Ztl vicina. E poi», conclude Bozza, «come si farà a sapere se chi entra nella zona del divieto andrà veramente nei parcheggi all’interno, dove si potrà accedere? E chi fermerà questi automobilisti?». Va ricordato, infatti, che sono previste sanzioni, a partire da 164 euro, per chi domenica violerà l’ordinanza.Le consigliere tosiane ribadiscono la posizione. Sartori: «Veronetta è sempre penalizzata, come abbiamo rilevato in una mozione promossa alla commissione ambiente». Marconcini: «Il centro è già preso d’assalto e lo sarà ancora di più. Bisognerebbe creare zone di afflusso e deflusso e obbligare, tra l’altro, chi ha con sè cani a mettere loro la museruola, perché c’è pericolo durante i grandi assembramenti durante i mercatini». E poi, come conclude Pizzighella, «questa iniziativa, così organizzata, è educativa fino a un certo punto».ADIGEO. I problemi di traffico a Borgo Roma sono stati affrontati dall’assessore all’urbanistica Ilaria Segala: «La zona di Borgo Roma è da tempo uno dei punti critici cittadini per traffico e concentrazione di attrattori di traffico, in particolare da quando c’è Adigeo. I dati dei flussi testimoniano, infatti, che domenica scorsa le code erano attorno al centro commerciale e non per i mercatini. Consapevoli della complessità della zona, la settimana scorsa ho incontrato, insieme al sindaco e all’assessore Luca Zanotto, i rappresentanti dei quartieri e di alcuni comitati. Abbiamo spiegato che cosa significa il Mobility day, che è un processo lungo e che serve per abituare le persone a utilizzare tutti i giorni il bus. Ci vorrà tempo e questo è solo l’inizio, intanto di sicuro leverà il peregrinare delle macchine alla ricerca del parcheggio perchè i parcheggi della fiera sono gratuiti». E.G.

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 11

Data: 30/11/2017

Note: E.G.