Il verde ai bastioni e alle mura, oggetto delle intese con il Demanio

PATRIMONIO. Via libera alla concessione tra Comune Demanio statale
E.G.

L’Amministrazione comunale ha rinnovato il protocollo d’intesa, di sei anni, per regolamentare l’utilizzo gratuito della cinta delle mura magistrali, tutt’ora per quasi il 95 per cento di proprietà demaniale tranne le porte, già trasferite gratis. Lo ha deliberato la Giunta su proposta dell’assessore al patrimonio Edi Maria Neri. È un ulteriore provvedimento su edifici storici e aree cittadine dopo l’accordo tra Demanio per riqualificare e valorizzare gli 11 forti già di proprietà del Comune, visto che il San Procolo e il San Felice sono tutt’ora demaniali.«Abbiamo poi approvato due concessioni specifiche», dice la Neri. «Una prevede la concessione gratuita al Comune delle aree a verde pubblico lungo la cinta, la seconda riguarda l’uso di parti della cinta in cui ci sono anche attività economiche rilevanti, come una piscina, e in questo caso dovremmo pagare al Demanio statale 74 mila euro. Ma di fatto non li paghiamo visto che il Comune dà al ministero della Difesa la caserma dei Carabinieri di San Michele. E in questo scambio ci guadagniamo».

Tratto da: L'Arena di Verona

Data: 18/07/2018

Note: cronaca 12