I volontari si preparano per la prima campanella dell’anno scolastico 2018-2019.
Anche i nonni vigile si preparano al suono della prima campanella. Niente libri e astuccio per loro, ma divisa, berretto e paletta rossa, per svolgere il servizio di vigilanza davanti alle scuole cittadine. Come ogni anno, prima dell’inizio della scuola, i 50 nonni vigile hanno ricevuto gli auguri di buon lavoro da parte dell’amministrazione comunale.
La sicurezza è fondamentale.
“I giorni che precedono l’avvio delle scuole sono sempre carichi di fibrillazione – ha detto il vicesindaco Luca Zanotto – per far si che i nostri bambini inizino il nuovo anno al meglio. Penso ai lavori nei vari edifici scolastici, come agli interventi sulla segnaletica stradale. La sicurezza dei bambini che entrano ed escono da scuola è fondamentale e viene garantita anche grazie alla presenza dei nonni vigile. Un servizio davvero insostituibile, non solo per l’incolumità dei piccoli, ma anche perchè promuove una cultura di rispetto per la circolazione e per l’attraversamento dei pedoni”.

Tratto da: estratto Corriere del Veneto

Data: 12/09/2018