Piantumazione di nuovi aceri tra via Anzani e Via Riorgimento

Nuovi aceri per Borgo Trento. Le trentun piante, posizionate ieri dagli operatori dell’Amia tra via Anzani e Via Risorgimento
C.BAZ.

Nuovi aceri per Borgo Trento. Le trentun piante, posizionate ieri dagli operatori dell’Amia tra via Anzani e Via Risorgimento , rimpiazzano quelle che sono state rimosse lo scorso luglio perché instabili o malate, e rientrano nel calderone dei trecentocinquanta alberi complessivi che verranno messi a dimora entro febbraio, prima che i rami inizino a germogliare. «Abbiamo sostituito gli aceri americani con aceri campestri, che meglio si adattano alla sopravvivenza sull’asfalto e di conseguenza danno anche meno problemi di gestione nel tempo, evitando il dissesto dei marciapiedi», fa notare il responsabile del verde per l’Amia, Marco Magnano. «Le nuove piante rispondono a parametri di sicurezza e stabilità necessari a salvaguardare, oltre alle strade, anche e soprattutto l’incolumità delle persone. Questa piantumazione rappresenta solamente un piccolo tassello di un più ampio e ambizioso progetto di miglioramento», precisa il presidente dell’azienda che gestisce il verde urbano, Bruno Tacchella.«È un percorso importante di ripiantumazioni in città per favorire non solo il decoro e l’ordine urbano, ma anche per contribuire al miglioramento della qualità dell’aria», gli fa eco l’assessore ai giardini e alle strade, Marco Padovani, ricordando l’avvio del progetto, con l’Amia e l’Università, per la mappatura del patrimonio arboreo comunale. Oltre alle 350 specie tra aceri, platani, frassini, e varie tipologie di piante a seconda dei viali e contesti in cui si va a intervenire, il Comune ha in serbo per la città ulteriori centocinquanta piante da inserire in parchi e giardini come contributi di compensazione a varie lottizzazioni, tra cui il parco di Esselunga in viale Sicilia, a Borgo Milano.

Tratto da: L'Arena giornale di Verona

Data: 25/01/2019

Note: Cronaca pag 15