Uso delle biciclette
La Regione Veneto,nella new letter n.21 del 23 luglio u.s.,riassumendo,si esprime così : usare la bicicletta in città è fondamentale per diminuire traffico veicolare e inquinamento. E’il mezzo di trasporto ideale per i percorsi urbani
L’uso delle biciclette in città come mezzo di locomozione preferenziale, insieme al cammino, si è dimostrato in molti centri urbani una carta vincente per abbattere fortemente il traffico veicolare a motore. Ciò è altamente auspicabile per almeno 3 motivi: il grosso impatto della sedentarietà come determinante di molte malattie croniche (obesità ma anche diabete, malattie cardiovascolari, tumori, depressione, patologia osteoarticolare), il crescente ruolo patogeno dell’inquinamento atmosferico ed infine il problema degli incidenti stradali
Perché il trasporto attivo e sostenibile, attraverso l’uso della bicicletta ed il cammino, si possa espandere è necessario far radicare nella popolazione il concetto di bicicletta non come mezzo di svago ma come mezzo di trasporto preferenziale da utilizzare entro percorsi urbani o suburbani di almeno cinque chilometri. Inoltre è indispensabile, per rendere possibile un cambiamento dello stile di vita dei cittadini, una modifica del tessuto urbano che preveda fra i vari interventi:-la definizione una rete organica di percorsi ciclabili (più che di semplici piste ciclabili) che connetta ogni punto dell’abitato -l’estensione delle aree a traffico limitato e il potenziamento degli interventi per la limitazione della velocità dei mezzi a motore, compresi in primo luogo i quartieri esterni al centro storico -la realizzazione di aree ad utilizzo promiscuo (pedoni, ciclisti e mezzi a motore) dove lo spazio sia prevalentemente “vissuto” da pedoni e ciclisti -l’espansione delle aree verdi urbane.
Chi deve fare il primo passo per ottenere questa carta da tutti ritenuta vincente?
Sorgente: Parliamone!