LA MAPPA. Riuniti in 27mila metri quadri i reparti del materno-infantile attualmente divisi fra Borgo Trento e Policlinico.
Dai ricoveri alle cure intensive fino al day hospital, sale parto e operatorie, spazi di ricerca
Il nuovo polo per la donna e il bambino, «uno dei pochissimi in Italia», precisa il direttore generale Francesco Cobello, si estende su una superficie di 27mila metri quadrati, e riunirà i reparti del materno-infantile attualmente distribuiti tra Borgo Trento e Borgo Roma, dai ricoveri alle cure intensive, fino al day hospital, sale parto e operatorie, ambulatori, spazi di ricerca e didattica per tutte le specialità mediche e chirurgiche di area pediatrica e della sfera femminile.Nel seminterrato, la cosiddetta area zero, in collegamento con il blocco operatorio del Polo Confortini e le diagnostiche maggiori, saranno situati i posti di pronto soccorso pediatrico e ostetrico, 11 sale travaglio, più una sala per il parto in acqua, e tre isole neonatali per neonati critici, tre sale operatorie e un’area per la procreazione medicalmente assistita. Al piano terra sono sistemate le terapie intensive e semintensive pediatriche e neonatali e l’area direzionale e didattica. Al primo piano si trovano l’ingresso e l’area direzionale, in collegamento con un percorso protetto con piazza Canneto del Polo Confortini.Al secondo piano sono state sistemate le degenze per le patologie della gravidanza, il Lactarium, l’area ambulatoriale e day hospital dell’area pediatrica.Al terzo piano le degenze di ostetricia, ambulatori e day hospital per la donna, ambulatori di oculistica e cardiologia pediatrica. Il quarto piano è dedicato alle degenze e al day hospital di Oncoematologia pediatricaAl quinto piano si trovano le degenze pediatriche specialistiche e le degenze pediatriche chirurgiche e ad alta intensità, mentre al sesto piano si trovano le degenze ginecologiche e di oncologia ginecologica.Per quanto riguarda la distribuzione dei posti letto, l’area ostetrico-ginecologica ne avrà 75 di ricovero ordinario, dieci di day hospital e 12 poltrone per la terapia. Nella terapia intensiva pediatrica ci saranno 18 posti letto di ricovero ordinario mentre per la terapia intensiva neonatale e la Patologia neonatale ne sono previsti 31. Otto i posti letto di ricovero ordinario e quattro day hospital per l’Oncoematologia pediatrica. Infine, per l’area pediatrica, comprese la neuropsichiatria, la chirurgia pediatrica e la pediatria a indirizzo diabetologico, sono previsti 36 posti letto di ricovero ordinario e dieci day hospital. Complessivamente si tratta di 168 posti letto più 24 di day hospital. Tra gli spazi di servizio si trovano sale giochi per i bambini e una sala addestramento per neomamme.E.CARD.

NULL

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA

Note: Elena Cardinali- Foto G.Marchiori