Moto elettriche in dotazione a Poste Italiane

SERVIZI. Dopo i contratti con Amazon e Zalando rafforzata la rete di recapito dell’e-commerce

Il servizio capillare nel Veronese e in luoghi anche lontani. Toniolo: «Entro fine anno in funzione altri 10 mezzi elettrici a tre ruote».
Posta in consegna fino alle 19.45 e un capillare servizio di recapito di pacchi e prodotti acquistati on-line che è in continua crescita. Poste Italiane rafforza la rete dell’e-commerce in tutta la provincia di Verona dove, di recente, ha stretto anche una nuova sinergia con la società Zalando, specializzata nella vendita online di scarpe, vestiti e altri accessori.«È dal 2016 che siamo in partnership con Amazon che, nonostante abbia una propria rete di distribuzione e molti competitor con cui dobbiamo fare i conti, grazie alla nostra capillarità sul territorio, sia urbano sia montano e rurale, si appoggia a noi per veicolare la maggior parte dei suoi prodotti», afferma Fabio Toniolo, responsabile Gestione Operativa Logistica e Recapito del Nord Est per Poste Italiane. «Da circa un anno, inoltre, abbiamo stretto un contratto con Zalando per tutti i pacchi reverse, ossia per la riconsegna di tutti i prodotti che tornano alla società stessa da parte di quegli utenti che desiderano modificare la taglia dei vestiti o il numero di scarpe».Il modello di recapito tiene conto della densità di popolazione di ogni comune, dei differenti volumi di corrispondenza, e prevede consegne dalle 8 alle 19.45 e nel weekend. Un occhio di riguardo, inoltre, è riservato alla green economy. «Proprio a Verona, entro fine anno, raddoppieremo la flotta di motomezzi a tre ruote elettrici», annuncia Toniolo. «Da 10 diventeranno 20, garantendo la sicurezza del personale addetto a guidarli, vista la buona tenuta sulla strada, oltre al rispetto dell’ambiente».Il nuovo modello di consegna della corrispondenza, battezzato Joint Delivery e introdotto ad aprile 2018, è operativo su un totale di 242mila numeri civici in tutto il territorio veronese, e prevede una duplice rete di consegne: quella di base, che riguarda i portalettere impegnati su circa 237 zone per il recapito di tutti prodotti postali, e la cosiddetta «Linea Business», orientata alla consegna dei pacchi, dei prodotti e-commerce e della posta a firma.Nella Veronese le «Linee Business» sono circa 141 e possono aumentare in base ai flussi di traffico.«L’Italia era e resta la nazione europea che sfrutta meno il mercato dell’e-commerce, ma sta aumentando», fa notare ancora Toniolo. «Poste italiane sfrutta la capillarità nel territorio. Oltre a Verona città e dintorni, pacchi e oggetti vengono recapitati fino a Bosco Chiesanuova o zona monte Baldo. È questa la nostra forza, che altri competitor non hanno». Il mondo dei pacchi, nei primi sette mesi del 2019, in Veneto, è incrementato del 20% circa rispetto agli stessi mesi del 2018.Nella provincia scaligera, i picchi di traffico più significativi si riscontrano in Verona Città (per un totale di circa 300 pacchi al giorno), nel centro di Legnago (94 pacchi giorno), e in quelli di Bardolino, San Bonifacio, San Martino Buon Albergo e Villafranca, con circa altri 250 pacchi giornalieri.

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 8

Data: 12/10/2019

Note: Chiara Bazzanella