image

Campagna di sensibilizzazione dal 6 al 12 maggio. Altamura: «Per chi sgarra otto punti in meno sulla patente». In un decennio sono state investite quasi duemila persone, 28 i morti. Il Comune: «Nuova segnaletica e tolleranza zero»
 

Tra il 2001 e i 2012 sulle strade del Comune di Verona 1.963 pedoni sono stati investiti – 351 soltanto negli ultimi due anni – e in 1.695 sono rimasti feriti in modo più o meno grave. I ricoveri in prognosi riservata sono stati 126. In 28 casi, purtroppo, la vittima è deceduta. Di questi ultimi, 16, oltre la metà quindi di chi ha perso la vita, avevano più di 70 anni.  Secondo i dati raccolti dal nucleo infortunistica stradale della polizia municipale, nella maggior parte dei casi la responsabilità dell’investimento è stata dei conducenti che non hanno dato la precedenza. Ma non sempre la colpa è dell’investitore. A fronte di 192 incidenti di questo tipo avvenuti nel 2012, infatti, i vigili hanno sanzionato anche 32 pedoni per comportamenti non corretti.  Il comandante della polizia municipale Luigi Altamura ieri, a Palazzo Barbieri, ha presentato le iniziative che si terranno in città in occasione della seconda settimana della sicurezza stradale, dal 6 al 12 maggio, promossa dalle Nazioni Unite. Quest’anno la settimana è dedicata in modo particolare alla sicurezza dei pedoni. Nel 2011, in Italia, 589 persone hanno perso la vita dopo essere state investite. L’obiettivo dell’iniziativa è sensibilizzare gli utenti della strada e di abbattere il numero di incidenti mortali durante tale settimana.  Il comandante Altamura mostra un cartello con un gigantesco numero otto. «Sono i punti della patente», spiega, «che vengono tolti al conducente che non concede la precedenza a chi sta attraversando la carreggiata sulle strisce pedonali». E aggiunge: «Si tratta di una sanzione pesantissima che dovrebbe far riflettere tutti sull’importanza di rispettare questa norma del codice della strada per garantire la massima sicurezza ai soggetti più deboli, che sono i pedoni e i ciclisti, basti pensare», sottolinea, «che per la guida in stato di ebbrezza si perdono 10 punti di patente, questo per far capire la gravità di un comportamento scorretto che può mettere in pericolo i passanti quando si è alla guida. E per i neopatentati», fa sapere, «le conseguenze sono ancora maggiori, dal momento che i punti persi si raddoppiano». La settimana voluta dall’Onu, rimarca il comandante della polizia municipale, «sarà all’insegna delle prevenzione ma anche della repressione». E annuncia tolleranza zero nei confronti di chi mette a repentaglio l’incolumità di chi va a piedi. Una ventina di attraversamenti pedonali in centro e periferia, fa sapere Altamura, saranno costantemente sorvegliati dai vigili. E chi non rispetta le regole sarà punito con una multa di 160 euro e il decurtamento di 8 punti della patente, che diventeranno 16 nel caso di neopatentati.  «E saranno agenti in carne ed ossa non sagome di cartone a differenza di ciò che si vuol fare in alcuni Comuni» mette in guardia. Ma a far attenzione, oltre ad automobilisti e motociclisti, devono essere anche i pedoni. Con chi si comporta in modo incauto, passando, ad esempio, con il rosso agli attraversamenti pedonali o fuori dalla strisce, la polizia municipale, assicurano in via del Pontiere, sarà inflessibile. «Alla fine di questo periodo», annuncia il comandante, «renderemo noto il numero complessivo di punti patente persi in una settimana per dare la dimensione del fenomeno». Sul fronte della prevenzione, invece, si procederà al rifacimento della segnaletica stradale, alla promozione del cosiddetto progetto P8P, una serie di informazioni basate sul numero 8, equivalente ai punti della patente e alla divulgazione del «pedometro» una particolare mappa della città con le distanze e i tempi di percorrenza a piedi dei principali luoghi cittadini, da piazza Bra e da piazza Erbe. Tutte le informazioni si trovano sul sito www.poliziamunicipale.comune.verona.it

 

Enrico Santi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA

Data: 3/05/2013

Note: NULL