Il sindaco Sboarina con l'assessore Francesca Briani e gli organizzatori sul balcone

NOTTE DA SOGNO. Chi invierà la lettera più bella potrà passare una serata unica nella dimora dell’eroina shakespeariana
L’assessore alla cultura e al turismo Briani entusiasta dell’iniziativa «Eravamo sulle principali testate europee, valorizziamoci ancor più»
«Abbiamo avuto una straordinaria promozione a costo zero. Un lancio turistico fortissimo che da soli non ci saremmo mai potuti permettere. Grazie a tutto questo Verona è apparsa ovunque a livello planetario». Commenta così il concorso promosso da Airbnb – che dà la possibilità di trascorrere la notte di San Valentino alla casa di Giulietta – l’assessore alla cultura Francesca Briani.«Abbiamo accolto l’iniziativa con grande favore perché gli organizzatori ci hanno mostrato una sensibilità organizzativa che ci piaceva molto. Il risultato è stato interessante. Sia per quanto riguarda la promozione della casa museo, ma anche per l’impatto sul turismo. Già nella prima giornata, mi è stato detto poco dopo il lancio dell’iniziativa, abbiamo visto che eravamo su tutte le principali testate europee».Promozione che infatti, come è stato più volte ribadito negli ultimi giorni, riguarda più in generale tutta la città. «Ne beneficia tutto il sistema Verona: operatori, albergatori, ristoratori e commercianti. E sappiamo che questo è un sistema molto forte», sottolinea Briani che fra le deleghe ha anche quella al turismo. Uno dei più importanti lanci per Verona, senza però dimenticare la stagione dell’opera in arena che fa il giro del mondo ogni anno: «Siamo ricchi sotto questo punto di vista e dobbiamo cogliere tutte le possibilità. «Quello che cerchiamo di fare, poi, è di valorizzare proprio il mito di Giulietta che è uno straordinario patrimonio che conserviamo. Queste sono iniziative di qualità e quindi opportunità che non dobbiamo perdere. Penso anche a tutte le altre legate a questo tema come l’estate teatrale veronese che è un festival shakespeariano. Come pure l’attività delle lettere a Giulietta. Anche quella è una straordinaria chance perché continuano ad arrivarne da tutto il mondo».Il tutto diventa uno dei tanti modi per far conoscere ai turisti, ma anche ai cittadini stessi, Verona. «Giulietta», sottolinea l’assessore alla cultura e al turismo, «è una amica di Verona. Va valorizzata al meglio. Non solo dal punto di vista commerciale. Ma anche come mito». Briani commenta infine l’iniziativa del nostro giornale di trovare tra i lettori un componente che possa far parte, come quota “popolare”, della giuria formata da un membro di Airbnb e un amministratore comunale. «Coinvolgere un veronese è lodevole. È una bella possibilità perché così si vive in un clima ancora più positivo l’iniziativa». Per candidarsi – il giudice verrà poi estratto a sorte – basta compilare il tagliando qui a fianco e riconsegnarlo alla redazione in corso Porta Nuova 67 entro le 19 di lunedì. Tra quelli che arriveranno solo uno farà parte del trio che avrà il compito di valutare, fra le lettere che arriveranno da tutto il mondo, quella che regalerà il sogno della magica serata alla casa di Giulietta.

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 19

Data: 29/01/2020

Note: VITTORIO ZAMBALDO