Il vecchio ponte Catena era il ponte più a monte della città.

Il nome “ Catena “ deriva da un antico sbarramento della dogana scaligera, cioè da una catena distesa attraverso l’Adige per impedire alle barche dei contrabbandieri o alle persone comunque sgradite, di entrare in città nelle ore notturne

Nell’Adige resiste ancora oggi una torre, probabilmente utilizzata, ai tempi della Repubblica di Venezia, oltre che per far passare la catena che sbarrava il fiume, anche come torre di guardia.
Il ponte vecchio era costituito dalla sola torre centrale, costruito in mattoni rossi, sullo stile delle torri-pilastri del ponte Scaligero. Si trovava circa 200 metri a valle del nuovo ponte.
Il sito del ponte ha una sua importanza archeologica, in quanto qui vicino sono stati ritrovati resti archeologici (oggetti di selce) che fanno presumere la presenza di uomini preistorici in quest’area.
Il nuovo ponte Catena fu costruito lateralmente a breve distanza, terminato nell’estate del 1925 e inaugurato il 29 Ottobre del 1929. Per l’occasione fu creata la seguente filastrocca:

Tuto il mondo sora ‘l vento
ga savù sta novità
che San Zen con Borgo Trento
finalmente s’è tacà ….
…. Veronesi, con la vena
tuta vostra , su cante’:
Viva il ponte , la cadena
Viva il Duce e viva il Re.

.
Collegava Borgo Trento con San Zeno e con la circonvallazione esterna alla cinta muraria della città. Fu, però, abbattuto dai tedeschi in ritirata la notte del 25 aprile 1945. Nel gennaio del 1946 si decise per l’abbattimento dei resti ancora in piedi e il ponte fu ricostruito identico a quello precedente. Ponte Catena venne riaperto il 15 agosto dello stesso anno, e fu il primo ponte ripristinato della città


La nuova struttura è costruita in cemento armato, su tre arcate. Il ponte catena è lungo 112 metri, largo 14 metri e alto 8 metri, e le sue fondamenta raggiungono la profondità di circa 7 metri.
Presso il ponte, sulla riva sinistra si legge la seguente iscrizione.
«Magistrato delle acque
per le province
Venete e di Mantova
Genio civile di Verona
Anno 1932»
L’iscrizione si riferisce all’importante lavoro di arginatura dell’Adige, tra Castelvecchio e Parona.

 

 

1946 Prove di carico prima dell’apertura al traffico

 

Interventi, ponte Catena si rifà il look

L’Arena, IL GIORNALE DI VERONA 29/01/2016 

LAVORI IN CORSO. L’assessore Pisa ha presentato il progetto di sistemazione.

E nelle strade arriveranno le luci al led.

Saranno realizzati un nuovo impianto di illuminazione, tinteggiati i parapetti e sostituite le pietre usurate.

Prenderanno il via, nelle prossime settimane, i lavori di
riqualificazione di ponte Catena che prevedono la realizzazione di un
nuovo impianto di illuminazione, la tinteggiatura dei parapetti e la
sostituzione delle pietre usurate dei marciapiedi. I lavori sono stati
presentati a Palazzo Barbieri dall’assessore..continua…