La pieve di San Giorgio di Valpolicella

SANT’AMBROGIO. In gara un paese per regione. L’assessore Zanotti: «Vincere sarebbe stato il massimo, ma anche questo è un ottimo risultato»
È l’esito del concorso ideato nella trasmissione «Kilimangiaro». Sul podio più alto Gradara, nelle Marche.
A Pasqua San Giorgio Ingannapoltron fa il pieno di turisti stranieri e visitatori veronesi, complice la giornata assolata, ma soprattutto porta a casa l’ottavo posto nel concorso televisivo «Il Borgo dei Borghi» andato in onda domenica in prima serata su Rai Tre. La frazione di Sant’Ambrogio di Valpolicella immersa nella natura e nei vigneti, costruita nella pietra e di pietra, con vista mozzafiato sul lago di Garda, nella domenica pasquale ha registrato il tutto esaurito nei parcheggi attorno al borgo ed è entrata a pieno titolo nella top ten della gara tra i paesi più pittoreschi e spettacolari d’Italia.La gara a colpi di bellezza, ideata all’interno della trasmissione Kilimangiaro, è stata condotta da Camila Raznovich. In totale i borghi erano 20, uno per ogni regione italiana, e San Giorgio ha rappresentato il Veneto arrivando prima di altre famose località marinare e montane della Penisola. Sul podio si sono piazzati Gradara (Marche) sul gradino più alto, Castroreale (Sicilia) al secondo e Bobbio (Emilia-Romagna) al terzo. «Sono soddisfatta, vincere sarebbe stato il massimo ma anche questo risultato è più che positivo», commenta Evita Zanotti, assessore al turismo del Comune di Sant’ Ambrogio. «L’intento era far conoscere questo gioiello del nostro territorio, incuriosire e invitare tutti a visitarlo».Il servizio ideato da Rai Tre ha dato risalto all’antica pieve romanica e alle cave, ai prodotti della terra e al vino, ai panorami e sentieri nella natura. «San Giorgio è un buon punto di partenza per vari percorsi naturalistici, ma ci sono un sacco di motivi per apprezzarlo», conclude l’assessore, che fa suo l’invito ripetuto più volte dalla Raznovich durante la finalissima de «Il Borgo dei Borghi». «Visitiamo questi luoghi meravigliosi, che avrebbero meritato tutti di vincere», ha detto la conduttrice. «In Italia siamo pieni di tesori, scopriamoli. Dal mare ai monti, dobbiamo essere orgogliosi del nostro meraviglioso Paese». LA CLASSIFICA è il risultato dei voti dei telespettatori inviati tramite web e di tre giurati: lo storico dell’arte Philippe Daverio, la chef Cristina Bowermann e il geologo Mario Tozzi. Daverio ha votato per Bobbio, Bowermann e Tozzi hanno scelto Gradara.Ecco i borghi dal quarto al ventesimo posto: Furore (Campania); Monte Isola (Lombardia); Bagnoli del Trigno (Molise); Stintino (Sardegna); San Giorgio di Valpolicella (Veneto); Pescocostanzo (Abruzzo); Sesto al Réghena (Friuli-Venezia Giulia); Altomonte (Calabria); Noli (Liguria); Chiusdino (Toscana); Tursi (Basilicata); Bevagna (Umbria); Arnad (Valle d’Aosta); Barolo (Piemonte); Rodi Garganico (Puglia); Vigo di Fassa (Trentino-Alto Adige); Sermoneta (Lazio).

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 27

Data: 3/04/2018

Note: C.M.